Walter Mazzarri si è piuttosto arrabbiato dopo la sconfitta con il Wolverhampton Walter Mazzarri si è piuttosto arrabbiato dopo la sconfitta con il Wolverhampton
Ieri sera è arrivata una brutta sconfitta per il Torino nell’andata dell’ultimo turno di qualificazione in Europa League. La squadra di Mazzarri si è... Walter Mazzarri si è piuttosto arrabbiato dopo la sconfitta con il Wolverhampton

Ieri sera è arrivata una brutta sconfitta per il Torino nell’andata dell’ultimo turno di qualificazione in Europa League.

La squadra di Mazzarri si è infatti piegata al Wolverhampton, che è passato per 3-2 allo Stadio Olimpico Grande Torino, complicando così il percorso dei granata, che adesso saranno obbligati a vincere con due gol di scarto in Inghilterra (o con uno, ma segnandone almeno 4) per qualificarsi per la fase a gironi del torneo continentale.

A fine partita l’allenatore del Torino si è arrabbiato parecchio per una situazione che ha visto coinvolti Meitè e Berenguer, che non hanno preso molto bene la loro sostituzione.

Queste le parole di Mazzarri ai microfoni di Sky Sport:

È normale essere arrabbiati quando uno viene sostituito quando la squadra sta perdendo. Dovrò fare un bel discorsino a questi ragazzini, devono crescere e migliorare. Se avessero rincorso gli avversari con maggior convinzione, probabilmente non li avrei tolti. Altrimenti giocheranno i sostituti, Lukic e Rincon, che hanno fatto benissimo quando sono entrati“.

Il tecnico livornese ha poi analizzato così il resto della partita e le prospettive di qualificazione della sua squadra:

Alla fine abbiamo fatto una buona partita contro una squadra molto forte, che ha nel contropiede la sua arma migliore. Siamo stati ingenui a concedere loro queste ripartenze, e abbiamo commesso degli errori che di solito non facciamo. Adesso però dobbiamo andare in Inghilterra: se giocheremo con meno apprensione, può succedere di tutto. Il Wolverhampton ha grande qualità, con risorse incredibili: se paghi un giocatore 40 milioni, è normale che sia forte…