Vorrei vivere come lo Stoke Vorrei vivere come lo Stoke
Vorrei vivere come lo Stoke. Arroccato, brutto, inguardabile, senza badare a nulla. Piccolo tra i grandi, consapevole che, per sopravvivere a questo schifo di... Vorrei vivere come lo Stoke

Vorrei vivere come lo Stoke.

Arroccato, brutto, inguardabile, senza badare a nulla. Piccolo tra i grandi, consapevole che, per sopravvivere a questo schifo di mondo, bisogna saper accettare i propri limiti.

Vorrei vivere come lo Stoke.

Saper soffrire, saper capire quando è il momento di incassare i colpi. Quasi sempre cioè. Poi, all’improvviso, buttarla dentro e fare goal. In qualche modo. Spesso per pareggiare, poche volte per vincere. Che tanto è meglio impararlo da subito che su questa terra sono più quelli che pareggiano che quelli che vincono, e quindi un punto sicuro è meglio che tre probabili.

Vorrei vivere come lo Stoke.

Perchè sarà pure bello sognare di essere i migliori, ma vuoi mettere con la soddisfazione di essere te stesso e non dover dar conto a nessuno? E poi, diciamocela tutta. Non è che c’è posto per tutti quelli che vogliono diventare i migliori a questo mondo. Bisogna sapersi accontentare.


Vorrei vivere come lo Stoke.

Farcela, in qualche modo. In mischia, di tibia, a occhi chiusi, con un rimpallo, in fuorigioco, con la mano, dopo aver spintonato il mio marcatore, dopo aver arrabattato qualcosa. Che ci hanno insegnato che di questi tempi, bisogna prendere quello che capita, e allora un gol di Shawcross in mischia, di rimpallo, orrendo, lo sapete quanto vale? Si, esattamente quanto una rovesciata di Leo Messi con triplo avvitamento carpiato. Uno, per la precisione.

Vorrei vivere come lo Stoke.

Senza concessioni alla bellezza, senza divagazioni sul tema, senza inutili orpelli. Spazzarla via in tribuna senza fronzoli, senza perder tempo, che chi si ferma è perduto. E noi, a perdere non ci stiamo proprio. Forse nemmeno a vincere.

Forse sarà vile, ma io vorrei vivere come lo Stoke. Che a sognare sono buoni tutti, ma è meglio imparare presto a fare i conti con la realtà, prima che lei ci presenti il conto.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Come giocherà la nuova Italia Under 21

2019-09-05 14:04:24
delinquentidelpallone

18

Come giocherà il Milan dopo l’arrivo di Rebic

2019-09-04 08:52:21
delinquentidelpallone

18

Come è andato il primo Superclasico di Daniele De Rossi

2019-09-02 21:13:56
delinquentidelpallone

18

Come è andato l’esordio di Sandro Tonali in Serie A

2019-08-26 14:18:29
delinquentidelpallone

18

Come è andato l’esordio di Patrick Cutrone in Premier League

2019-08-11 15:41:17
delinquentidelpallone

18

Come è andata la Supercoppa in Francia e in Germania

2019-08-03 20:37:37
delinquentidelpallone

18

Come giocherà il nuovo Napoli di Ancelotti

2019-08-01 08:41:05
delinquentidelpallone

18

Come giocherà il Barcellona con Griezmann?

2019-07-12 14:48:20
delinquentidelpallone

18

Come funziona l’allenamento di Maurizio Sarri

2019-07-12 13:35:25
delinquentidelpallone

18

  • Freccia

    agosto 25, 2014 #1 Author

    Questo articolo è un credo religioso. Meraviglioso, da appendere in camera.

    Rispondi

  • Nico

    agosto 25, 2014 #2 Author

    GRAZIE ragazzi.
    Ogni volta un vostro articolo è una ventata di aria fresca [sperando non sia nà peta] e che mi permette di conoscere tante realtà che mari ho sempre intuito ci fossero ma senza mai approfondirle a modo.
    Seguo la Premier la abbastanza tempo,tifo Newcastle [sul Newcastle un articolino esiste? o come lo vedete voi come tipo di squadra?] e simpatizzo altre e devo dire che è sempre un piacere leggere i vostri articoli.
    Continuate sempre così

    Rispondi

  • Andrea

    agosto 25, 2014 #3 Author

    Ne avevate scritto un altro, sempre sullo Stoke, molto più bello di questo. O forse non era questo il sito :/

    Rispondi

  • Guido

    agosto 25, 2014 #4 Author

    Questi articoli sono un piacere da leggere, perché sono scritti proprio bene. L’unico modo per emergere dalla massa di banalità sul calcio ignorante che ormai gira in rete!

    Rispondi

  • Simone

    agosto 25, 2014 #5 Author

    Parole che addolciscono il mio ritorno dalle vacanze nel mondo del lavoro…la premier per me va seguita per queste squadre,il mio Villa,lo stoke,l hull city,il sunderland…squadre che giocano con il cuore nei piedi come se lottare sia l unico credo,l unico modo di vivere! Grazie ragazzi

    Rispondi

  • savio

    agosto 25, 2014 #6 Author

    Siete fantastici, reali, consapevoli e riuscite a vedere più in là di un gran gesto tecnico, perchè un tackel ogni tanto vale come un gol.

    Rispondi

  • matteo

    agosto 25, 2014 #7 Author

    articolo meraviglioso, come tutti gli altri del resto
    chapeau

    Rispondi

  • Flavio

    agosto 28, 2014 #8 Author

    Bello e vero.
    Complimenti

    Rispondi

  • InnocentBystander

    settembre 2, 2014 #9 Author

    Thanks mate. We are Stoke, we stick with it, thick or thin.

    Rispondi

  • danceswithclams

    settembre 2, 2014 #10 Author

    Be Loyal. Be Proud. Be Stoke.

    Rispondi

  • DevonPotter

    settembre 3, 2014 #11 Author

    100% Stoke

    Rispondi

Rispondi a Flavio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *