Virgil van Dijk è un mostro Virgil van Dijk è un mostro
A fine Dicembre dello scorso anno, con la difesa che ad ogni partita commetteva ingenuità in serie, Jurgen Klopp è dovuto correre ai ripari.... Virgil van Dijk è un mostro

A fine Dicembre dello scorso anno, con la difesa che ad ogni partita commetteva ingenuità in serie, Jurgen Klopp è dovuto correre ai ripari. Metterci una pezza, come si dice in gergo, anche se in questo caso la toppa è di quelle super pregiate, di alta sartoria.

75 milioni di sterline il suo prezzo, Virgil Van Dijk il suo nome, proveniente dal mercato di Southampton.

Difficile trovare una persona che non sia rimasta sconvolta, sportivamente parlando, per la cifra investita dai Reds, la più alta mai sborsata per un difensore, manco a dirlo.

I dubbi erano tanti, le certezze un po’ meno. E non poteva essere altrimenti per uno che sì era già nel giro della Nazionale del suo paese, l’Olanda, ma ad alto livello non aveva dimostrato sostanzialmente nulla.

Dubbi pronti a trasformarsi in pressione, pronta a schiacciare le spalle larghe del centrale olandese: dal giorno in cui avrebbe messo piede in campo le sue partite sarebbero state vivisezionate e le sue disattenzioni ingigantite, sotto la lente d’ingrandimento.

Serviva carattere d’acciaio, per reggere tutto quel peso, ma non sarebbe stato sufficiente perchè da solo, il carattere, non ti porta lontano nel mondo del calcio, salvo rare eccezioni. Serviva essere un giocatore forte, capace di adattarsi ad un nuovo livello di competizione e ad un diverso modo di intendere la partita.

Dopo qualche match di adattamento Virgil Van Dijk ha iniziato a prendere confidenza e con lui ha svoltato tutta la retroguardia del Liverpool. Sono pochi, pochissimi, i giocatori in grado di cambiare faccia ad un intero reparto e l’olandese ha dimostrato di essere tra questi. Non lo diciamo noi, bensì i numeri che certamente non spiegano tutto ma mai come in questo caso ci aiutano a comprendere l’impatto di un giocatore.

Da quando Van Dijk è arrivato a Liverpool i Reds sono la squadra che ha mantenuto più volte la propria porta inviolata in Premier League. Ad Anfield, in particolare, si è alzato un vero e proprio muro con la palla che non entra in porta da Febbraio.

Si possono cercare tante spiegazioni, certamente, ma il cambio di rotta dal suo arrivo è talmente palese che non servirebbero nemmeno i numeri per evidenziarlo.

Fisicamente di livello superiore, ottimo nell’anticipo così come nell’uno contro uno, possente ma non per questo lento. Jurgen Klopp si può permettere di proporre un calcio estremamente offensivo, senza per questo concedere troppo difensivamente, solo se dietro ha un giocatore di questo tipo, in grado di affrontare l’avversario senza paura e senza indietreggiare di un centimetro.

Jamie Carragher, uno che dalle parti di Anfield due o tre cosette le ha fatte vedere, ha dichiarato che attualmente non esiste un difensore superiore a Van Dijk e che se dovesse continuare su questo livello il suo status sarebbe quello di leggenda.

Parole pesanti, importanti, che sanno di investitura. Parole arrivate dopo la prestazione monumentale di ieri contro il Crystal Palace in cui è stato eletto Man Of The Match.

“Non conosco molti difensori al mondo capaci di annullare un attaccante come Benteke in ogni aspetto del gioco, soprattutto quello fisico, senza mai commettere un fallo” Jurgen Klopp

Nelle passate stagioni erano tutti concordi nell’affermare:  “il Liverpool è forte ma con quella difesa non potrà mai competere per la Premier”, avendo poi ragione nei fatti.

Quest’anno, con Alisson ed il muro olandese, questa frase forse andrebbe pronunciata con maggiore cautela, a voce bassa.

Paolo Vigo
Twitter: @Pagolo

Related Posts

Sei anni fa Virgil van Dijk segnava gol da fenomeno

2019-06-05 13:32:11
delinquentidelpallone

18

7 giovani brasiliani che vedremo presto nel calcio europeo

2019-06-05 09:55:34
delinquentidelpallone

18

La lista dei 50 giovani più interessanti del mondo nel 2015

2019-05-31 07:58:14
delinquentidelpallone

18

I 7 giovani talenti che tutti vorranno quest’estate

2019-05-21 08:37:05
delinquentidelpallone

18

Ciccio Tavano non smette di stupire

2019-05-14 15:39:15
delinquentidelpallone

18

La lunga rincorsa di Giovanni Di Lorenzo

2019-05-13 19:55:14
delinquentidelpallone

18

L’ultimo volo di Robin Van Persie

2019-05-13 12:59:33
redazione

18

Donny van de Beek sa prevedere il futuro

2019-05-01 14:53:14
delinquentidelpallone

18