Vinnie Jones & The Crazy Gang Vinnie Jones & The Crazy Gang
“The Crazy Gang have beaten the Culture Club”. La voce è quella del commentatore BBC John Motson, l’impresa è invece opera del Wimbledon FC,... Vinnie Jones & The Crazy Gang

The Crazy Gang have beaten the Culture Club”. La voce è quella del commentatore BBC John Motson, l’impresa è invece opera del Wimbledon FC, vincitore dell’Fa Cup ai danni del blasonato Liverpool. Non possiamo raccontarvi la storia di Vinnie Jones trascurando la sua incarnazione calcistica più importante, la squadra costruita a sua immagine e somiglianza.

Il Wimbledon FC nasce nel 1889 grazie ad un gruppo di studenti: vivacchierà nelle minors inglesi per parecchio tempo, forse troppo. Passano quasi cento anni, siamo infatti nel 1986, prima che spossa affacciarsi ad assaggiare la ribalta della Premier League.

E’ facile immedesimarsi in questa squadra, dal carattere squisitamente amatoriale, se si guarda allo sport in un certo modo, se si è animati dalla filosofia del nulla è impossibile, basta volerlo.
Per chi, al contrario, ricerca la tecnica ed il bel gioco guardare una partita del Wimbledon Fc potrebbe creare traumi non indifferenti. Vi bastino in tal senso le parole di Gary Lineker, ex attaccante della nazionale inglese: “Il modo migliore per guardare il Wimbledon è sul televideo.” Chiaro no?

Wimbledon

Il canovaccio di una partita del Wimbledon FC lo potete immaginare all’incirca così: pallone lungo lanciato dalla difesa alla spera in dio, sponda di testa avventurosa, rimpallo più o meno voluto e palla che finisce inesorabilmente in fondo al sacco. Ma è quando il pallone ce l’hanno gli avversari che la Crazy Gang si diverte maggiormente. Il Machiavellico fine che giustifica i mezzi trova una delle sue migliori esemplificazioni con Vinnie Jones e soci.

Il fine è la riconquista del pallone, i mezzi sono gli stratagemmi per riconquistarlo. E, fidatevi, valgono tutti. Dai calci sugli stinchi alle gomitate in pieno volto passando per tackle che oggi verrebbero puniti con svariati anni di reclusione.

All’interno del rettangolo verde e fuori dal campo è una provocazione continua: è quantomeno inutile dirvi che sono odiati da tutta l’Inghilterra calcistica, e non solo. Ma il carattere, l’agonismo, la ferocia e l’orgoglio vengono alimentati da quest’odio fino a farsene beffa. Perché questi vincono e alzano la coppa sul muso di quelli belli e potenti, quelli che han sempre dettato legge e per una sera sono costretti ad inchinarsi dinnanzi alla feccia del pallone.

I membri di spicco della Crazy Gang sono diversi, ognuno meritevole a modo suo. Partiamo da John Fashanu, che ad ogni goal abbina sempre un colpo proibito, meglio se dalla cintola in giù.
A centrocampo il più classico mix di “talento e sregolatezza” ovvero Dennis Wise. Il talento ve lo fate raccontare da qualcun’altro. A noi interessa la sregolatezza.

vinnie-jones
E quindi ben vengano il morso a Marcelino Elena in Coppa delle Coppe, la rissa con rottura della mascella di un suo compagno di squadra e la condanna a 3 mesi di reclusione per aver aggredito un tassista da ubriaco. Non ci meravigliamo affatto che Sir Alex Ferguson, uno che qualche Delinquente dovrebbe averlo visto da vicino, dica di lui: “Sarebbe in grado di scatenare una rissa in una stanza vuota“.

Ed infine c’è lui, Vincent Peter Jones, da tutti conosciuto come Vinnie Jones, per la fredda cronaca di mestiere centrocampista, con sangue gallese nelle vene. Se quando si fanno le classifiche del “più cattivo di tutti i tempi” si parte sempre dal secondo in poi il merito è tutto suo. L’ex giocatore della nazionale francese David Ginola, in verità piuttosto piccato, dirà di lui: “Non merita neanche di essere considerato un calciatore”.

Ovviamente frase riferita non in sua presenza perché Vinnie Jones non lo vuoi vedere incazzato, se sei dalla parte sbagliata della barricata. Fidatevi. Il primato dell’espulsione più veloce, dopo soli 3 secondi di gioco, è leggendario. La sua follia nel rettangolo verde poteva manifestarsi in ogni momento ed in qualsiasi modo.

12 cartellini rossi in carriera (meglio di lui in tal senso solo Roy Keane) e la vita sportiva di Stevens sulla coscienza gli valgono l’appellativo di Psycho. Una vita in cui il confine tra giusto e sbagliato non esiste. E’ così e basta. Si narra che sopra al cartello “This is Anfield”, che campeggia sulla scalinata di ingresso al campo del Liverpool e suscita rispetto ed ammirazione in chi guarda, Vinnie abbia attaccato un foglio con la scritta “bothered”, fondamentalmente sticazzi.

vinniejones_01

L’istantanea della strizzata di palle a Paul Gascoigne è una delle rappresentazioni più delinquenziali mai immortalate su un campo di calcio. Sul web potete trovare inoltre un video dal titolo“Soccer’s Hard Man” in cui Vinnie ed i suoi amici vi spiegano passo a passo, o sarebbe meglio dire calcio a calcio, come spaccare gambe agli avversari senza essere beccati. La FA gradisce il giusto, lo multa di 20.000 sterline e lo squalifica.

Sprezzante e senza rispetto per l’avversario, umile o affermato che fosse, per Vinnie Jones the Psycho non è mai esistito un limite invalicabile. Non su un campo di pallone ma, siamo pronti a scommetterci, nemmeno nella vita. Vita che Vinnie Jones, oggi, impiega recitando sul grande e sul piccolo schermo. Come, per esempio, il film al quale ha preso parte. Titolo: Prossima fermata, l’inferno. Che poi, era un po’ quello che succedeva quando recitava sul rettangolo verde.

Paolo Vigo
twitter: @Pagolo

Related Posts

I 10 nominati per il premio Fifa “The Best”

2019-07-31 14:25:41
delinquentidelpallone

18

Il “team of the tournament” di Euro 2000

2019-04-26 08:12:36
delinquentidelpallone

18

The next big thing: Antonin Barak

2017-12-19 11:34:07
pagolo

18

La MLS incorona Giovinco: “The King”

2017-12-14 14:27:45
delinquentidelpallone

18

I voti più strani per il FIFA The Best

2017-10-24 09:51:28
delinquentidelpallone

18

Zlatan, the King

2017-02-27 11:01:01
delinquentidelpallone

18

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *