Una statistica di Salah preoccupa particolarmente i tifosi del Liverpool Una statistica di Salah preoccupa particolarmente i tifosi del Liverpool
Il Liverpool, per il momento, sta disputando una buonissima stagione sia in campionato (attualmente primo in attesa delle partite di City e Chelsea) che... Una statistica di Salah preoccupa particolarmente i tifosi del Liverpool

Il Liverpool, per il momento, sta disputando una buonissima stagione sia in campionato (attualmente primo in attesa delle partite di City e Chelsea) che in Champions League (primo nel girone con Napoli, Psg e Stella Rossa).

Anche la sfida di ieri contro l’Arsenal, in trasferta, ha dimostrato la solidità e la crescita della squadra di Klopp, brava a soffrire e sempre pericolosa in avanti, grazie ad un reparto offensivo tra i migliori in Europa.

Se proprio dobbiamo trovare un pelo nell’uovo questo riguarda i numeri di Salah contro le cosiddette big, sia in Inghilterra che in campo europeo: l’anno passato l’egiziano ci aveva abituato ad andare in gol con una continuità paurosa, segnando quasi ad ogni partita, piccole o grandi non faceva alcuna differenza.

Quest’anno le cose sembrano andare diversamente: Salah ha sì realizzato 7 gol e 4 assist (in tutte le competizioni) ma nessuno di questi è arrivato contro una squadra di alto livello.

Ad oggi i Reds hanno già affrontato City, Chelsea (due volte), Psg, Arsenal, Tottenham e Napoli, partite in cui la stella egiziana è rimasta a bocca asciutta, sia in termini di gol che per quanto riguarda gli assist.

C’è già chi sostiene che la stagione strana e per certi versi irripetibile fosse quella dell’anno passato mentre il “vero” Salah è quello di questa stagione, decisamente più normale in termine di rendimento e più in linea rispetto a quanto fatto vedere nel corso della propria carriera.

È anche vero che da un giocatore del suo calibro ci si aspetta sempre la giocata in grado di risolvere la partita, soprattutto contro avversari di un certo calibro.

Ancora presto per trarre conclusioni definitive, soprattutto perchè la squadra sta facendo benissimo nonostante il contributo normale dell’egiziano, ma un piccolo campanello d’allarme sta iniziando a suonare.