Un tweet di Wes Morgan ha fatto imbufalire i tifosi del Leicester Un tweet di Wes Morgan ha fatto imbufalire i tifosi del Leicester
Dopo l’esonero di Claudio Ranieri, che ormai sembra essere già archiviato nel passato del tecnico testaccino, si era diffusa la voce che fossero stati... Un tweet di Wes Morgan ha fatto imbufalire i tifosi del Leicester

Dopo l’esonero di Claudio Ranieri, che ormai sembra essere già archiviato nel passato del tecnico testaccino, si era diffusa la voce che fossero stati alcuni dei suoi giocatori a complottare per far saltare la sua panchina. E, nello specifico, erano stati fatti 4 nomi di quelli che sembravano essere i principali protagonisti della congiura.

Tra questi, figuravano anche Jamie Vardy e il capitano Wes Morgan. E se nella serata di ieri Jamie Vardy aveva mandato il suo particolarissimo saluto al suo ex allenatore, oggi a fare notizia è stato il saluto di Wes Morgan, arrivato, con qualche giorno di ritardo, per tramite di un tweet.

“Vorrei solo rivolgere un grande ringraziamento a Claudio per quello che ha fatto al Leicester, per averci fatto diventare campioni d’Inghilterra e per averci fatto giocare in Champions League. Tutte cose che credevo non sarebbero mai state possibili e invece sono successe. E’ stato un piacere essere il tuo capitano e ti auguro tutto il meglio per il futuro”.

Ma i tifosi del Leicester non sembrano averla presa benissimo. Infatti a Morgan viene imputato il fatto di aver preso posizione troppo tardi, e in maniera quantomeno sospetta, confermando l’impressione che forse davvero c’era anche lui dietro questa decisione.


Qualcuno rinfaccia a Morgan il non aver mostrato abbastanza lealtà a Ranieri sul campo.

Altri invece fanno notare la curiosa coincidenza: tutti i messaggi dei giocatori del Leicester sono arrivati quasi in contemporanea…Quasi fosse stato tutto studiato.

Tanti i messaggi non proprio cordiali arrivati al Capitano del Leicester, comunque uno dei giocatori simbolo della squadra…

E qualcuno, infine, Morgan lo manderebbe via insieme a Ranieri…