Tutti i vincitori del Golden Boy dal 2003 ad oggi Tutti i vincitori del Golden Boy dal 2003 ad oggi
Qualche giorno fa è stato reso noto il nome del vincitore del Golden Boy 2019, il premio istituito nel 2003 da Tuttosport e che... Tutti i vincitori del Golden Boy dal 2003 ad oggi

Qualche giorno fa è stato reso noto il nome del vincitore del Golden Boy 2019, il premio istituito nel 2003 da Tuttosport e che premia ogni anno il miglior calciatore Under 21 del mondo: come sicuramente saprete, si tratta di Joao Felix.

Il portoghese dell’Atletico Madrid, nella scorsa stagione al Benfica, si è imposto superando Jadon Sancho e Kai Havertz, anche se in realtà la votazione è stata un vero e proprio plebiscito a favore del giocatore dei Colchoneros.

Nel corso degli anni, questo premio è stato consegnato a parecchi giocatori che poi hanno avuto una carriera decisamente brillante; basta scorrere l’elenco dei premiati dal 2003 ad oggi per trovare nomi decisamente importanti.

Questo l’albo d’oro completo del Golden Boy:

2003 Rafael van der Vaart (Ajax)
2004 Wayne Rooney (Everton/Manchester United)
2005 Lionel Messi (Barcellona)
2006 Cesc Fàbregas (Arsenal)
2007 Sergio Agüero (Atlético Madrid)
2008 Anderson (Manchester United)
2009 Alexandre Pato (Milan)
2010 Mario Balotelli (Inter/Manchester City)
2011 Mario Götze (Borussia Dortmund)
2012 Isco (Málaga)
2013 Paul Pogba (Juventus)
2014 Raheem Sterling (Liverpool)
2015 Anthony Martial (Monaco/Manchester United)
2016 Renato Sanches (Benfica/Bayern Monaco)
2017 Kylian Mbappé (Monaco/Paris Saint-Germain)
2018 Matthijs de Ligt (Ajax)
2019 João Félix (Benfica/Atlético Madrid)

Come detto, difficile trovare giocatori che poi non abbiano avuto una carriera tutto sommato onesta. Quello che ha fatto peggio di tutti, probabilmente, è stato Anderson, che non ha mai trovato l’esplosione definitiva.

Tanti altri, invece, hanno fatto molto meno di quello che avrebbero potuto (Balotelli e Martial su tutti, o Pato per colpa degli infortuni), mentre per ora il giudizio resta sospeso su Renato Sanches, vincitore del premio nel 2016 e oggi ancora alla ricerca della sua vera identità calcistica.