Tutti i giocatori che hanno segnato una tripletta all’esordio in Champions League Tutti i giocatori che hanno segnato una tripletta all’esordio in Champions League
Ieri sera, nella notte del trionfo del Napoli sul Liverpool, nell’altra partita del gruppo E, si è scritto un piccolo pezzettino di storia del... Tutti i giocatori che hanno segnato una tripletta all’esordio in Champions League

Ieri sera, nella notte del trionfo del Napoli sul Liverpool, nell’altra partita del gruppo E, si è scritto un piccolo pezzettino di storia del calcio, o almeno della storia della Champions League.

Nella rotonda vittoria del Salisburgo sul Genk, infatti, il giovanissimo norvegese – classe 2000 – Erling Braut Håland è andato a segno per ben tre volte, tutte nel primo tempo, confermando le ottime impressioni di chi parla molto bene di lui (e di chi lo aveva inserito tra i giovani più interessanti di questa edizione della Champions League).

Il talento norvegese del Salisburgo, inoltre, si è anche iscritto ad un club speciale, quello dei giocatori che hanno messo a segno una tripletta nella loro partita d’esordio in Champions League.

Sorprendentemente, questa impresa era già riuscita ad altri  7 giocatori, con Marco Van Basten che, nel 1992, mise a segno addirittura un poker.

Questa la lista, in ordine cronologico, di tutti i calciatori che sono riusciti a segnare (almeno) una tripletta alla loro prima partita in Champions League: spicca anche un italiano, Vincenzo Iaquinta, che andò a segno con tre reti nella mitica partita contro il Panathinaikos.

Marco Van Basten – 4 gol (Milan-Goteborg, 1992)

Faustino Asprilla (Newcastle-Barcellona, 1997)

Yakubu Aiyegbeni (Maccabi Haifa-Olympiakos, 2002)

Wayne Rooney (Manchester United-Fenerbahce, 2004)

Vincenzo Iaquinta (Udinese-Panathinaikos, 2005)

Grafite (Wolfsburg-CSKA Mosca, 2009)

Yacine Brahimi (Porto-Bate Borisov, 2014)