Totti-Klose, il derby degli eterni ragazzi Totti-Klose, il derby degli eterni ragazzi
Dimenticatevi la carta d’identità: nel calcio, non serve. Conta quello che ti dicono le gambe, il cuore, e la testa. E se i due... Totti-Klose, il derby degli eterni ragazzi

Dimenticatevi la carta d’identità: nel calcio, non serve. Conta quello che ti dicono le gambe, il cuore, e la testa. E se i due protagonisti più attesi del derby romano di oggi pomeriggio, insieme, mettono insieme quasi 80 primavere, bè, allora vuol dire che davvero l’anagrafe, nel calcio, non conta nulla.

E’ un derby fondamentale nell’economia del campionato. E’ un derby che deciderà, quasi sicuramente, chi andrà in Champions League senza passare dai preliminari. E se pensate che a Roma l’egemonia cittadina vale praticamente tutto anche quando in palio non c’è nessun traguardo tangibile, provate a immaginare cosa voglia significare un derby con in palio un traguardo così prestigioso.

Servono persone con le spalle larghe per affrontare situazioni del genere. Calciatori che hanno vissuto ogni esperienza, calcato palcoscenici importanti, che hanno vissuto sulla loro pelle così tante emozioni da essersi creati una specie di corazza invincibile. Servono calciatori che non abbiano paura della posta in palio, ma che, paradossalmente, sappiano prendersi le luci della ribalta proprio quando c’è bisogno di loro.

Bè, chi meglio dei due vecchietti terribili? Francesco Totti da Porta Metronia, anni 38. Miroslav Klose da Opole, anni 37 il 9 di giugno. Una partita speciale ha bisogno di giocatori speciali. E quando pensi a Francesco Totti e Miro Klose, speciale è una parola che ti viene proprio voglia di usare. E’ stata una stagione strana per tutti e due, in cui quella maledetta carta di identità ci ha provato a farsi sentire, tra acciacchi, affanni, stanchezza. Ma entrambi hanno trovato il modo di essere decisivi e importanti nelle rispettive squadre.

E poi c’è il derby, che per entrambi ha sempre significato qualcosa di particolare. Con le dovute proporzioni, ovviamente. Per Francesco Totti il derby è tutto. Anzi, Francesco Totti è il derby. Il Pupone è il miglior marcatore (a pari merito) della storia della stracittadina romana, e nelle partite contro gli acerrimi rivali ha sempre dato il meglio di sé. Anche le sue esultanze sono passate alla storia. Le magliette irriverenti, le riprese televisive, il selfie del derby di andata dopo i due gol che hanno ispirato la rimonta giallorossa: Francesco Totti sa come e quando prendersi il palcoscenico, e non solo con i piedi.

Ma anche Miro ha capito immediatamente che a Roma il derby è qualcosa di più di una semplice partita. Anche lui, sempre freddo e glaciale, tedesco oseremmo dire, ha capito che nel derby bisogna dare qualcosa in più dell’anima, per uscirne vincitori. E l’ha capito subito. Era il suo primo derby, la sua prima sfida alla Roma. Il 16 ottobre del 2011, con la partita bloccata sull’1-1 e la Lazio in crisi di risultati. E all’ultimo giro di orologio, l’ultimo minuto di recupero, Miro decise di battezzare il suo primo derby con un gol dei suoi. Un controllo perfetto in area, il pallone spedito all’angolino con glaciale freddezza, e la corsa sotto la Nord, insieme allo scatenato Reja. Si, un gol al novantatreesimo nel derby della Capitale riscalda anche gli animi più freddi.

Per vincere un derby c’è bisogno di calciatori speciali. Che non guardano in faccia a niente e nessuno, figuriamoci se stanno a sentire quello che dice un pezzo di carta con una data sopra.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Tutte le partite degli spareggi di Europa League

2019-08-16 07:35:41
delinquentidelpallone

18

La prestazione dominante di Ibra nel derby di Los Angeles

2019-07-20 09:33:00
delinquentidelpallone

18

La top 11 degli Europei U21 secondo la UEFA

2019-07-02 14:29:06
delinquentidelpallone

18

La top 11 degli assenti agli Europei U21

2019-06-14 09:09:21
delinquentidelpallone

18

I 10 giocatori più forti degli Europei U21 (Italia esclusa)

2019-06-10 09:42:04
delinquentidelpallone

18

Grecia-Italia: la formazione ufficiale degli Azzurri

2019-06-08 17:33:01
delinquentidelpallone

18

I 10 migliori tiratori di punizioni degli ultimi 3 anni

2019-05-06 13:27:15
delinquentidelpallone

18

24 febbraio 2002, il Derby della Mole delle polemiche

2019-05-03 14:58:19
delinquentidelpallone

18