Ieri è tornata di scena la Champions League, con la prima tranche di partite del secondo turno della fase a gironi che si concluderà...

Ieri è tornata di scena la Champions League, con la prima tranche di partite del secondo turno della fase a gironi che si concluderà con le partite di questa sera.

Alcuni pronostici sono stati confermati ma non sono mancate le sorprese, come ad esempio il Porto che si è andato ad imporre in casa del Monaco per 3-0 o il Liverpool che è stato bloccato sul pareggio dallo Spartak Mosca.

Anche il risultato del Besiktas, vittorioso per 2-0 contro il Lipsia, non era affatto scontato e ha confermato l’ottimo stato di forma della squadra turca che sembra aver trovato l’assetto giusto con i nuovi acquisti di qualità arrivati nel mercato estivo.

Proprio in questa partita, inoltre, è avvenuto un fatto molto insolito che ha portato alla sostituzione di Timo Werner dopo soli 32 minuti di gioco. Non è stato un infortunio o una sostituzione di natura tecnica la causa dell’avvicendamento dell’attaccante tedesco, bensì qualcosa che riguarda i tifosi della squadra turca.

Come ben sapete l’atmosfera della Vodafone Arena, durante le partite casalinghe del Besiktas, è davvero infuocata con il pubblico che non smette un secondo di supportare la propria squadra oltre che osteggiare quella rivale. Sono stati proprio i fischi assordanti rivolti a lui e al Lipsia a spingere Werner a chiedere la sostituzione dopo poco più di mezzora di gara.

Non sono serviti i tappi alle orecchie per attutire il frastuono che, a quanto pare, deve essere stato insostenibile: Timo Werner, tra l’altro, dovrebbe essere abbastanza abituato ai fischi in quanto in Germania viene bersagliato praticamente ad ogni partita, anche se in maniera meno rumorosa.

Come si riesce ad apprezzare bene nel video, l’attaccante si porta le mani alle orecchie e pochi istanti dopo chiede il cambio che gli viene accordato dal tecnico, che al suo posto manda in campo Lukas Klostermann.

“E’ impossibile preparare la squadra per un’atmosfera del genere. C’era un frastuono incredibile e nella prima parte di gara siamo stati sicuramente condizionati. Non siamo stati abbastanza bravi nei primi 20 minuti ma ci servirà da lezione”. Queste le parole del tecnico del Lipsia,  Ralph Hasenhüttl, in conferenza stampa.

Come detto la partita, iniziata con questo intoppo, è finita addirittura peggio con il Besiktas vittorioso per 2-0 grazie alle reti di Babel e Talisca, quest’ultima rete arrivata su splendida imbeccata di Quaresma.

Ora i turchi si trovano a punteggio pieno nel proprio girone che, sulla carta, non era certo dei più agevoli. Noi continueremo a seguire con attenzione e a fare il tifo per le Black Eagles, avendo eletto ad inizio anno il Besiktas squadra di culto della stagione.