Te la meriti, Cristiano Te la meriti, Cristiano
Non sono mai stato un grande fan di Cristiano Ronaldo. Forse per quel suo essere così perfetto, progettato, disegnato e costruito da una mano... Te la meriti, Cristiano

Non sono mai stato un grande fan di Cristiano Ronaldo.

Forse per quel suo essere così perfetto, progettato, disegnato e costruito da una mano superiore per essere tutto quello che io, nella mia vita, non sarò mai. Quella faccia da vincente nato, da uno che nella vita sa sempre quello che vuole. Quella sua abbronzatura perenne, a ricordarmi che lui può permettersi di andare in vacanza in posti che io al massimo posso zoomare su Google Maps. Quei suoi addominali scolpiti nella roccia, mentre io, a furia di tracannare birra, al massimo posso contare sulle maniglie dell’amore.

Si, forse Cristiano Ronaldo non mi è mai stato troppo simpatico perché in fondo è quello che io non sono mai stato e mai sarò. Bello, vincente, perfetto. Ma oggi, tutto sommato, in Cristiano Ronaldo sto cominciando a credere anche io. E forse, anche lui questi Europei se li meriterebbe. Perché non li vincerebbe da Galattico, non li vincerebbe da stella delle stelle.

Li vincerebbe dopo aver cominciato male, dopo aver faticato a trovare la porta. Dopo aver preso un palo sul rigore e aver sopportato il dolore dell’errore, la paura dell’eliminazione, e, per contrappasso, anche le prese in giro di quelli come me, birra in mano dal divano. Li vincerebbe dopo essere tornato decisivo nella partita da dentro o fuori del girone, con un colpo di tacco che pochi potevano immaginare, e ricomparendo poi per il gol decisivo in semifinale, con uno stacco in cielo degno dei migliori atleti della terra. Quella palla, lì, in alto, possono andare a prendersela in pochi.

Si, forse Cristiano Ronaldo non mi è mai stato troppo simpatico. Ma poi scopri che dietro i muscoli, il sorriso sempre smagliante (e con i denti sempre brillanti, sia mai) l’abbronzatura perfetta e i capelli sempre troppo impomatati, si nasconde un uomo che questa vittoria la vuole a tutti i costi. Uno che ha vinto tutto eppure vuole sempre migliorarsi, uno che anche dopo le vittorie più importanti tornava a casa con la voglia di allenarsi e migliorare. Uno che dopo aver buttato fuori due suoi compagni, Modric e Bale, per prima cosa è andato da loro a consolarli, ad abbracciarli.

Non diventerò improvvisamente il fan numero uno di Cristiano Ronaldo, nemmeno dovesse vincere gli Europei. Ma la mia ammirazione, almeno quella, te la sei meritata. E forse, sotto sotto, ti meriti anche di vincerli tu, questi Europei.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Le parole di Florenzi sulla lite con Cristiano Ronaldo

2019-05-12 21:26:40
delinquentidelpallone

18

La nuova auto di Cristiano Ronaldo

2019-04-30 13:23:15
delinquentidelpallone

18

Le 10 squadre alle quali Cristiano Ronaldo ha segnato più gol

2019-04-28 08:19:15
delinquentidelpallone

18

Gli ultimi aggiornamenti sull’infortunio di Cristiano Ronaldo

2019-04-01 12:41:40
delinquentidelpallone

18

L’infortunio di Cristiano Ronaldo con il Portogallo

2019-03-25 20:42:44
delinquentidelpallone

18

È arrivata la decisione della UEFA su Cristiano Ronaldo

2019-03-21 14:22:03
delinquentidelpallone

18