Tammy Abraham sembra finalmente pronto per la Premier League Tammy Abraham sembra finalmente pronto per la Premier League
Il Chelsea è una delle squadre che ha più giocatori sparsi in giro per il mondo, con la formula del prestito; qualcuno giura che... Tammy Abraham sembra finalmente pronto per la Premier League

Il Chelsea è una delle squadre che ha più giocatori sparsi in giro per il mondo, con la formula del prestito; qualcuno giura che per i Blues questo sia diventato un vero e proprio modello di business, con i giovani calciatori che vengono formati, mandati in prestito per essere messi in vetrina e poi (se non si rivelano all’altezza delle aspettative della prima squadra) messi in vendita per finanziare ulteriori investimenti.

Un modello che ha prodotto buoni risultati, finora, e al quale appartiene anche uno dei migliori marcatori della Championship di quest’anno: Tammy Abraham, attaccante classe 1997 in prestito all’Aston Villa.

Abraham, fin qui, ha messo a segno 20 gol in 27 uscite con la maglia dell’Aston Villa. che però, nonostante una rosa di tutto rispetto, naviga a metà classifica, lontano dalla zona playoff e con il sogno di un ritorno in Premier League che sembra ancora lontano dall’avverarsi.

Il suo numero 18, però, sembra essere la nota lieta di questa stagione, e Abraham sta dimostrando, probabilmente, di meritarsi un’altra chance in Premier League, dopo quella avuta lo scorso anno con lo Swansea e non sfruttata a pieno (5 gol in 31 partite).

190 centimetri per 82 kg, Abraham è un classico centravanti da area di rigore, un predatore degli ultimi metri: non è un caso che molti dei gol segnati quest’anno siano arrivati negli ultimissimi metri di campo, sugli sviluppi di palle inattive o addirittura dopo lunghe serie di rimpalli, quando l’attaccante vero sa metterci la zampata.

L’area di rigore è il suo habitat naturale, e in questi ultimi mesi sembra aver affinato ulteriormente i movimenti tra le linee e tra i difensori avversari, al punto da farsi trovare spesso al punto giusto al momento giusto. Poi, l’istinto per il gol fa il resto.

Come potete vedere dalla sua heatmap stagionale, non disdegna di uscire fuori dall’area per partecipare alla manovra, ma questo è un aspetto del suo gioco che può migliorare ancora, vista la non grandissima precisione nei passaggi e la tendenza a perdere qualche pallone (e qualche duello offensivo) di troppo.

Queste le sue statistiche stagionali in Championship:

0.72 gol/90 min
2.85 tiri/90 min
1.63 tiri in porta/90 min
0.64 xG/90 min
15.78 passaggi/90 min (71.9% precisione)
1.9 dribbling/90 min
3.5 tocchi in area/90 min

Abraham ha ancora la tendenza a sbagliare qualche gol di troppo, ma probabilmente, dopo un’annata del genere, qualcuno disposto a dargli una chance in Premier League, a 22 anni, lo troverà: e se non sarà il Chelsea – che pure quest’anno con gli attaccanti non ha avuto molta fortuna – potete star certi che gli estimatori di questo ragazzo non mancano.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Lo strepitoso video dello Shkëndija per salutare il Milan

2017-08-15 19:54:04
delinquentidelpallone

1

Bologna-Inter: le formazioni ufficiali

2017-02-19 10:23:03
delinquentidelpallone

1

Il West Ham ha deciso di presentare Joao Mario così

2018-01-26 16:56:49
delinquentidelpallone

1

Julian Nagelsmann: il predestinato

2017-04-28 09:04:50
pagolo

1

10 validissimi motivi per odiare la moviola in campo

2016-12-14 13:13:34
delinquentidelpallone

1

Bernardo Silva è un prestigiatore

2017-03-16 10:41:11
delinquentidelpallone

1

I 10 migliori portieri d’Europa secondo la statistica

2016-01-16 19:12:59
delinquentidelpallone

1

Russia 2018 ai raggi X: come gioca l’Uruguay

2018-06-02 09:22:45
delinquentidelpallone

1