Svolta nell’assegnazione dei diritti televisivi per le partite della serie A nel triennio 2018-2021 Svolta nell’assegnazione dei diritti televisivi per le partite della serie A nel triennio 2018-2021
Non si può dire che ormai non siamo abituati a vedere calcio a qualsiasi ora ed in qualsiasi giorno della settimana. Lontani i tempi... Svolta nell’assegnazione dei diritti televisivi per le partite della serie A nel triennio 2018-2021

Non si può dire che ormai non siamo abituati a vedere calcio a qualsiasi ora ed in qualsiasi giorno della settimana.

Lontani i tempi in cui tutte le partite si disputavano alla medesima ora e nello stesso giorno, impossibile pensare una soluzione del genere nel calcio moderno, per tantissime ragioni.

L’anno scorso, addirittura, abbiamo assistito al derby di Milano (il primo con entrambe le proprietà cinesi) che si è disputato alle 12.30, cosa abbastanza impensabile fino a qualche anno fa ma che nei prossimi anni potrebbe essere la normalità.

A tal proposito proprio oggi è stato pubblicato dalla Lega Calcio il bando per l’assegnazione dei diritti tv per l’estero per quel che riguarda il triennio dal 2018 al 2021.

Dunque, quello che andremo a prospettarvi, non riguarda in alcun modo questa stagione che sta per iniziare i cui orari son già stati decisi.




La vera svolta, secondo alcuni una vera e propria rivoluzione, è la possibilità che verrà data ai vari broadcaster televisivi che si aggiudicheranno i diritti di scegliere l’orario di alcune partite di campionato, logicamente non tutte, almeno per il momento, e con alcune limitazioni.

Accanto al pacchetto principale dei diritti ce ne sarà uno chiamato Pick, da acquistare obbligatoriamente insieme al pacchetto principale; chi si aggiudica uno dei due pacchetti Pick potrà scegliere (due volte per primo, due volte per secondo e due volte per terzo) gli orari di alcune partite. Essendo due i pacchetti Pick, in totale saranno 12 le partite i cui orari di inizio verranno decisi a tavolino dalle emittenti televisive estere.

Gli unici vincoli posti dalla Lega sono che deve trascorrere un intervallo minimo di 48 ore tra due partite della stessa squadra e nessun club potrà esser scelto più di due volte per ogni pacchetto Pick.

De Siervo, Ad di Infront, ha dichiarato che l’obiettivo della Lega è di rendere il nostro prodotto sempre più internazionale ed avvicinarsi così, anche in termini di fatturato, agli altri campionati Europei.

L’Inghilterra, per il momento, rimane anni luce avanti incassando con i diritti televisivi ben 1573 milioni mentre l’obiettivo della Lega per il prossimo triennio è di arrivare ad un incasso di 300 milioni circa, in linea con quello della Bundesliga.

Che ne pensate di questa novità, che era comunque quasi inevitabile? Favorevoli o contrari? Scrivetecelo nei commenti.

Related Posts

Champions League: cosa è successo nelle partite del 15 agosto

2017-08-15 21:49:50
delinquentidelpallone

18

Tutti i numeri di maglia della Serie A 2017-18

2017-08-13 12:07:33
delinquentidelpallone

18

Le 19 maglie più belle della stagione 2017/18

2017-08-12 08:08:04
delinquentidelpallone

18

5 trailer della Premier League 2017/18 che mettono i brividi

2017-08-11 10:47:42
delinquentidelpallone

18

Gli stadi di Serie A visti dall’alto

2017-08-10 09:18:35
delinquentidelpallone

18

La magia della Coppa di Estonia

2017-08-09 13:16:14
pagolo

18

La sconfitta più bella della storia della Chapecoense

2017-08-08 07:55:38
delinquentidelpallone

18

La Liga non accetterà il pagamento della clausola di Neymar?

2017-08-02 09:37:45
delinquentidelpallone

18