Mancano ormai pochissime ore all’appuntamento cruciale per il destino della nostra Nazionale: alle 20.45, alla Friends Arena di Solna, il direttore di gara turco...

Mancano ormai pochissime ore all’appuntamento cruciale per il destino della nostra Nazionale: alle 20.45, alla Friends Arena di Solna, il direttore di gara turco Cakir fischierà il calcio d’inizio della gara di andata dello spareggio tra Italia e Svezia.

L’importanza della posta in palio impone di prestare la massima attenzione anche ai dettagli più piccoli, dal momento che tutto può tornare utile per portare a casa un risultato positivo.

E, proprio a proposito di questi dettagli, a preoccupare gli azzurri sembrano essere le condizioni del terreno di gioco della Friends Arena, che a quanto pare non saranno proprio ottimali.

Secondo quanto riferito da diversi inviati, infatti, il prato della Friends Arena era stato ridotto in pessime condizioni da un concerto tenuto proprio in quello stadio la settimana scorsa.

La rizollatura non ha avuto gli effetti sperati, e ieri, al momento della ricognizione, i giocatori della Nazionale italiana si sono accorti che il pallone faceva fatica a rotolare e scorrere velocemente: un problema per la squadra che spera di fare la partita e controllare il gioco.

Molti azzurri, durante la ricognizione di ieri, sono sembrati abbastanza infastiditi dalla situazione.

Embed from Getty Images

Gli svedesi, poi, sarebbero intenzionati a innaffiare poco o nulla il prato prima dell’inizio della gara: tutti segnali del fatto che la partita potrebbe diventare ancor più tesa e aspra, con il pallone che si ferma e favorisce i contrasti più duri.

Insomma, non sappiamo se gli svedesi vorranno farci lo scherzetto, ma di sicuro il prato in queste condizioni potrebbe anche diventare un problema per noi e un vantaggio per gli svedesi che potrebbero aver preparato una partita proprio per queste specifiche condizioni.