Oggi era in programma la seconda giornata di Ligue 1, con l’attenzione quasi tutta sull’esordio di Neymar con il PSG, che dovrebbe essere in...

Oggi era in programma la seconda giornata di Ligue 1, con l’attenzione quasi tutta sull’esordio di Neymar con il PSG, che dovrebbe essere in programma stasera, a Guingamp.

La gara inaugurale del pomeriggio di domenica, invece, vedeva il Lille di Marcelo Bielsa impegnato in trasferta a Strasburgo, dopo l’esordio vincente contro il Nantes di Ranieri.

Un match che, nonostante la vittoria per 3-0 dello Strasburgo, probabilmente passerà alla storia per una decisione clamorosa di Marcelo Bielsa, che, in una situazione di emergenza le ha provate davvero tutte per recuperare il match.

Il Lille si è trovato rapidamente nei guai: nei primi 20′ infatti, Bielsa ha perso per infortunio due giocatori (Thiago Mendes e Malcuit) e poi al 38′ del primo tempo ha deciso di fare la sua terza sostituzione, per riequilibrare una squadra che non andava come voleva lui.

Ma, al 63′, il Lille si è ritrovato in 10 uomini per la follia del suo portiere Maignan, espulso dall’arbitro per aver tirato il pallone addosso a un avversario.

Sostituzioni esaurite, e dunque Bielsa è costretto a mandare in porta un giocatore di movimento. La scelta è caduta sull’attaccante De Preville, che ha tenuto dignitosamente la porta inviolata per qualche minuto, salvo capitolare al 74′ per mano di Martin, che ha portato lo Strasburgo in vantaggio.

E qui Bielsa ha provato il colpo di genio: il cambio di portiere.

De Preville, infatti, ha lasciato il suo posto tra i pali a un altro giocatore di movimento, il mediamo Amadou. Bielsa ha pensato che il suo centravanti gli sarebbe tornato più utile davanti, ma Amadou ha chiuso il match subendo altri due gol (uno dei quali su rigore), per il 3-0 finale.

Nonostante questo, il match potrebbe entrare comunque nella storia: il cambio tra portieri volanti, come al calcetto con gli amici, quando si va in porta a turni ogni 5 minuti, noi non lo avevamo mai visto…