Steph Curry non è abituato alla banalità, proprio per niente. Nel corso della scorsa partita, aveva fatto notizia, per una volta, in negativo: per...

Steph Curry non è abituato alla banalità, proprio per niente. Nel corso della scorsa partita, aveva fatto notizia, per una volta, in negativo: per la prima volta, dopo 157 partite con almeno una tripla a segno, il numero 30 dei Golden State Warriors non aveva segnato neppure una volta da dietro l’arco.

Chi conosce il ragazzo, sapeva che non ci sarebbe voluto poi molto tempo per avere una risposta. E infatti, stanotte, possiamo senza ombra di dubbio dire che Steph si è rifatto con gli interessi. Contro i New Orleans Pelicans, infatti, Curry ha deciso di riprendersi il palcoscenico e mettere in cassaforte un altro record, di quelli impressionanti.

13 triple messe a segno (su 17 tentativi, tra l’altro, il che rende ancora più irreale la prestazione, con percentuali quasi impossibili da replicare per un umano) e 46 punti in 36 minuti di gioco. Naturalmente, un nuovo record NBA stabilito, e tanti saluti a quelli che lo avevano preso in giro dopo la striscia interrotta.

Il record precedente era ovviamente ancora il suo, ma era condiviso con Kobe Bryant e Donyell Marshall: tutti e tre avevano mandato a bersaglio 12 triple in una gara. Da stanotte, invece, Steph Curry, nell’Olimpo dei tiratori NBA, guarda tutti dall’alto verso il basso.

Questi gli highlights e tutte le 13 triple messe a segno da Steph.