La disastrosa statistica che spiega il momento nero del Real Madrid La disastrosa statistica che spiega il momento nero del Real Madrid
Questo pomeriggio, il Real Madrid di Lopetegui è entrato nella storia, ma niente di cui andare orgogliosi e fieri, anzi. I Blancos, infatti, hanno... La disastrosa statistica che spiega il momento nero del Real Madrid

Questo pomeriggio, il Real Madrid di Lopetegui è entrato nella storia, ma niente di cui andare orgogliosi e fieri, anzi.

I Blancos, infatti, hanno superato un record storico, quello di astinenza da gol. Quando Marcelo ha segnato il gol dell’1-2 contro il Levante, infatti, erano passati la bellezza di 481 minuti dall’ultimo gol segnato, con il precedente record negativo fissato a 464 minuti.

Come se non bastasse, è arrivata appunto la sconfitta contro il Levante, che, con i risultati di questo turno, potrebbe lasciare il Real Madrid in classifica addirittura sotto la zona Europa League. insomma un vero e proprio disastro.

Il bilancio è impietoso: 4 sconfitte (Siviglia, CSKA, Alaves e Levante) e un pareggio a reti bianche (Atletico) nelle ultime 5 partite, un solo gol segnato e sette subiti.

Il Real non perdeva tre partite consecutive da quasi dieci anni, vale a dire dal maggio del 2009, una vita fa.

Ma è un’altra la statistica che dimostra quanto stia soffrendo in zona realizzativa il Real Madrid, e riguarda il numero di conclusioni verso la porta avversaria. Oggi, per trovare il gol, alla squadra di Lopetegui sono serviti 32 tiri, di cui 12 in porta.

E fare il totale delle ultime 5 partite fa ancora più impressione: nei match sopra citati il Real ha tirato in totale 109 volte, di cui 31 in porta. Come detto, il pallone è entrato in porta solo una volta, il già citato gol di Marcelo.

Una statistica che, associata al nome del Real Madrid, fa veramente paura.