Sfera di Cristallo – Ep.1 Sfera di Cristallo – Ep.1
Con l’arrivo di Settembre, noi delinquenti dal cuore d’oro abbiamo deciso di inaugurare questa nuova rubrica, per guidarvi all’interno degli eventi del weekend calcistico... Sfera di Cristallo – Ep.1

Con l’arrivo di Settembre, noi delinquenti dal cuore d’oro abbiamo deciso di inaugurare questa nuova rubrica, per guidarvi all’interno degli eventi del weekend calcistico in rampa di lancio. Anzi, vogliamo fare di più.

Per numerose ragioni, potreste voler già sapere, al venerdì pomeriggio, quello che succederà nel prossimo weekend. Magari volete giocarvi la casa su un risultato esatto perché siete a corto di liquidità, magari non avete il tempo per seguire tutto quello che vorreste seguire perché la vostra fidanzata vi ha trascinato all’Ikea, magari siete solo curiosi di sapere come finirà Aalen-Hansa Rostock con qualche ora di anticipo.

Tranquilli, amici, noi siamo qui apposta. Come già saprete se ci seguite da un po’ di tempo, i nostri potenti e influenti agganci in alto (per ovvie ragioni non possiamo rivelarvene l’identità, ci sparerebbero nelle gambe in un amen) ci fanno pervenire, prima di ogni evento sportivo, le relative VHS (il lettore dvd non ci funziona, e poi siamo nostalgici) con anticipo, per cui anche quest’anno verremo a conoscenza dei risultati dei principali eventi sportivi prima che il resto del mondo possa guardarli.

Bè, siccome come vi abbiamo detto siamo dei delinquenti dal cuore d’oro, vogliamo condividere questo dono con voi: ogni venerdì selezioneremo (con insindacabile giudizio del nostro Direttivo, con un metodo ampiamente utilizzato dal top del settore – il metodo Ca.Poc.Chia- e dalle migliori aziende del mondo) alcuni eventi sportivi, e vi racconteremo per filo e per segno come andranno a finire. Così poi il lunedì mattina potrete serenamente controllare se tutto è andato come vi avevamo predetto.

Questi sono gli eventi del weekend selezionati dal nostro metodo.

Cesena-Carpi 2-3

L’anticipo di B parte con il botto, derby ad alta tensione al Manuzzi. Il Carpi di Castori, il grande ex di serata, parte a razzo: dopo 5′ è sul 3-0, grazie alla doppietta di Catellani e all’incornata prepotente di Crimi, che segna di testa da centrocampo con Agazzi accecato dalle luci dello stadio.

Il Cesena reagisce, ma non basta. Poi, però, nel tunnel degli spogliatoi, all’intervallo Letizia senza alcun motivo insulta il direttore di gara Chiffi di Padova, e viene espulso. Si scoprirà poi che aveva il tavolo prenotato al Cocoricò. Il Cesena riapre la gara: prima solito siluro di Cascione dai 30 metri, poi segna Djuric dopo aver scartato mezza difesa del Carpi. Segna e si alza la maglia con su scritto “IBRA CHI?”.

Niente da fare però, finisce 3-2 per il Carpi. Al Cocoricò invece Letizia fa tripletta.

Schalke 04-Bayern Monaco 1-0

Sorpresa clamorosa all’Arena Auf Schalke (scusateci, non crediamo nei nomi degli sponsor) dove i padroni di casa infliggono il primo stop stagionale ai bavaresi di Carletto Ancelotti. La partita è subito vibrante, con il Bayern che si riversa in attacco e colpisce 8 pali nella prima mezz’ora. Poi, sul finire del primo tempo, in contropiede colpisce il Cacciatore Huntelaar, con Neuer sorpreso mentre era a fumarsi una sigaretta sulla bandierina del corner.

Nella ripresa il Bayern ha l’occasione di pareggiare i conti, ma Lewandowski fallisce un calcio di rigore tirando il pallone a Dortmund. Finale teso, espulso Bentaleb per entrataccia su Vidal, espulsi poi al 90′ Naldo e Ribery che si prendono a cartoni in faccia.

Manchester United-Manchester City 0-0

Attesissimo il derby di Manchester, soprattutto per l’incontro tra Josè Mourinho e Pep Guardiola. Incontro che non delude le aspettative, visto che già al momento della stretta di mano la situazione degenera, con i due allenatori che vengono a contatto: parapiglia e partita rinviata di 15 minuti.

In campo la situazione non migliora di certo. Fernandinho e Fellaini durano 10 minuti, dopo di che si prendono a schiaffoni in mezzo al campo e vanno sotto la doccia. La partita è una corrida di novanta minuti più recupero che si conclude con 89 falli fischiati e nessun tiro in porta.




Celtic-Rangers 1-1

Altra grande partita attesa del weekend è Celtic-Rangers, il ritorno dell’Old Firm dopo gli anni passati dai Rangers -falliti- nelle serie inferiori. La partita non delude le attese. Fa tutto Joey Barton, in verità: prima porta in vantaggio i Rangers al 25′ con un calcio di punizione magistrale, poi, al 67′, si fa autogol nel tentativo di spazzare l’area e poi, a partita quasi finita, litiga con uno spettatore del Celtic Park salendo in tribuna e rovesciandogli la birra in faccia.

Partita che finisce 1-1, attendiamo il verdetto del giudice sportivo per Joey Barton, o almeno il giorno della scarcerazione del ragazzo.

Liverpool-Leicester City 6-0

Che la stagione del Leicester non sarebbe stata facile lo sapevamo, ma non credevamo così. La squadra di Ranieri si cappotta senza appello ad Anfield, nonostante l’esordio del nuovo acquisto Slimani. Il Liverpool controlla agevolmente il match, si porta sul 3-0 (Manè, Manè, Lovren) dopo 10 minuti e poi fa accademia. D’altronde se ti presenti con Zieler tra i pali un po’ te la meriti.

La ripresa è un altro monologo dei Reds, che trovano la tripletta di Sturridge, che poi prova a portarsi a casa il pallone ma desiste dopo che Wes Morgan gli ha fatto capire che non è il caso. Intanto il presidente del Leicester contatta Nedo Sonetti per il dopo-Ranieri

Barcelona-Alaves 15-0

Altra partita semplice per il Barcellona, che si impone a fatica sugli avversari di giornata. Nove gol di Suarez.

Palermo-Napoli 4-1

Partita bellissima alla Favorita di Palermo. Il Napoli parte subito forte, le sgroppate di Ghoulam fanno girare la testa a Rispoli, la difesa rosanero ci capisce poco, e il primo tempo si chiude sull’1-0: rete di Milik su cross dell’algerino, con dedica al Pipita, ormai dimenticato.

De Zerbi, però, nella ripresa gioca la carta Balogh. E l’ungherese fa impazzire tutti, si inventa un poker nel giro di 15′ che ribalta il match e stende il Napoli. Pepe Reina chiede il cambio, Sarri se ne va a fumare all’ultimo anello dello stadio, Gabbiadini a fine gara chiede l’autografo all’avversario. Dopo di che, a fine partita, si cerca Diawara per capire che diamine di fine abbia fatto.

Poi, all’indomani, arriva la notizia dell’esonero di De Zerbi, perché evidentemente uno che tiene in panchina un fenomeno come Balogh che poi gli fa quattro gol non è che sia così affidabile. Torna Ballardini.

Pescara-Inter 1-0

Frank de Boer rivoluziona l’Inter, predicando calma e dicendo che il suo calcio ha bisogno di tempo per essere capito. Sarà, ma all’Adriatico l’olandese si presenta con Joao Mario in porta, D’Ambrosio regista in mezzo al campo e Nagatomo prima punta.

La partita la decide l’ex, Rey Manaj, che poi non è che esulta, corre a scavalcare le recinzioni e insulta tutte le generazioni di interisti da qui al 2050. A fine partita i cinesi dichiarano che loro volevano comprare il Pisa in realtà.

Frosinone-Latina sosp.

Derby caldo al Matusa, sospeso dopo 20 minuti per impraticabilità di campo. Diluvio che si abbatte sul terreno di gioco, dove le grandi qualità tecniche di Pryima e Acosty non possono essere sufficientemente valorizzate. Giusto così.

Tatran Presov-Podbrezova 4-3

Ultima vhs che ci è arrivata relativa a questo weekend è quella del big match di Fortuna League, massima serie slovacca. Partita divertentissima, con Musefiu Ashiru del Tatran Presov grande protagonista. Il ragazzo mette a segno una tripletta, con cui porta in vantaggio la sua squadra per 3-0, salvo poi vedere i suoi capitolare nella ripresa: anche perché il portiere titolare si era dimenticato di avere il turno in fabbrica, ed è stato sostituito quindi da un centrocampista.

Il Podbrezova, nella ripresa, ne approfitta: tirando ciofeche di ogni tipo in porta, che passano visto che in porta c’è un disperato, si portano sul 3-3. Ma su un corner nel finale l’irreprensibile Kerestes, del Tatran Presov, si inventa un gol alla Del Piero per il definitivo 4-3 che manda in visibilio il pubblico.

Related Posts

Sfera di Cristallo – Ep. 2

2016-09-16 15:51:10
delinquentidelpallone

18

Diario Mundial 2018: Day 7

2018-06-20 22:44:22
delinquentidelpallone

8

Una notte magica: Iran-Spagna 1-0

2018-06-20 20:18:08
delinquentidelpallone

8

Artem Dzyuba, la bruttezza che diventa arte

2018-06-20 08:53:00
delinquentidelpallone

8

Diario Mundial 2018: Day 6

2018-06-20 07:47:39
delinquentidelpallone

8

L’Africa a Russia 2018: cosa resta dopo una giornata?

2018-06-19 17:38:11
delinquentidelpallone

8