Il primo turno infrasettimanale non poteva non regalare delle grandi soddisfazioni. E infatti, sia a livello di gioco che a livello delinquenziale, le emozioni...

Il primo turno infrasettimanale non poteva non regalare delle grandi soddisfazioni. E infatti, sia a livello di gioco che a livello delinquenziale, le emozioni non sono mancate. Come sempre, abbiamo provato a metterle tutte insieme nel nostro riassuntone delinquenziale, con i nostri e soprattutto i vostri migliori tweet della serata.

Andiamo a scoprire quindi, con estrema delicatezza, cosa è successo in questa giornata, aperta dall’anticipo dei posticipi tra Bologna e Sampdoria.

Problemi cromatici al Dall’Ara.

Prima di inventarsi il gol (si, ci arriviamo) Verdi si era lanciato in porta di peso. Questo però non vale.

Scusate. Lo sappiamo.

Ma il delirio scatta, come sempre, con un diretta gol da 8 (OTTO PER DIO) partite in contemporanea. E a Torino fanno di tutto per farci sbarellare, con le maglie che sono praticamente identiche.

Inter subito in vantaggio ad Empoli. E si, ha segnato lui.

All’Olimpico un Crotone arrembante, nel 10-0-0 di Nicola.

Il Chievo prima va in vantaggio, poi si fa rimontare con il gol di Defrel. Maran, fresco di squalifica per bestemmie, deve tacere forzatamente.

Tutto facile per la Juve, e Dani Alves decide di esultare alla Bresciano.

Acquah, dal nulla, da campione.

Per fortuna c’è Joe “Sicurezza” Hart…

Allo Juventus Stadium proseguono i problemi.

TONNARA

La giocata più bella della giornata? Citofonare Martinez, senza dubbio.

A Udine si scalda la partita.

Notizie da Empoli?

Nel frattempo, il Crotone silenziosamente affonda.

Il Torino chiude in 9 a Pescara, con un Peppe Vives da antologia.

Povero Joe.

Partita chiusa a Torino, per tutti o quasi.

Il gol di Nestorovski in extremis inguaia l’amico Gasp.

Finisce la giornata, tutti a nanna. Con la pace nel cuore, ovviamente.