FLOP La nuova Juve Lo avevano detto, la Juve doveva ingranare e carburare. Ma nessuno pensava così. Certo, le assenze pesano, e passare da...

FLOP

La nuova Juve

Lo avevano detto, la Juve doveva ingranare e carburare. Ma nessuno pensava così. Certo, le assenze pesano, e passare da Marchisio e Vidal a Padoin e Sturaro, con tutto il rispetto per i due volenterosi ragazzi, è un po’ come passare dall’HD a rojadirecta. Aggiungeteci che Pogba pare aver deciso di usare solo il tacco quest’anno e la frittata è completa. Il mercato confusionario non ha aiutato, e adesso Allegri si trova per le mani una patata bollente. O si sistemano le cose, oppure l’incubo di una stagione da metà classifica, con conseguenti Madonne per tutti i tifosi bianconeri (considerato pure l’infausto girone di Champions) è reale.

Sarri e Napoli

Lo temevamo, ve lo confessiamo. Maurizio Sarri l’anno scorso ci aveva conquistati, e la notizia del suo trasferimento a Napoli ci aveva reso felici. Ma eravamo anche consapevoli del fatto che l’ex tecnico dell’Empoli avrebbe trovato una bella gatta da pelare a Napoli. E infatti, due partite e giù di contestazione e mugugni. Noi, adesso, onestamente speriamo che DeLa abbia il coraggio di credere nella sua scelta. Perchè prendere uno come Sarri significa anche assumersi il rischio e aspettare che la filosofia dell’allenatore dia i suoi frutti. Poi sicuramente tra due settimane prenderanno Nedo Sonetti, ma vabbè.

Le neopromosse

Che sarebbe stata dura lo sapevamo. Ma Bologna, Carpi e Frosinone in 2 partite hanno raccolto la bellezza di zero punti in tre. Quest’anno la lotta salvezza rischia di essere meno animata che mai, ma onestamente speriamo di sbagliarci. Piccola consolazione: perlomeno hanno gli stessi punti della Juventus, che non sarà una soddisfazione così grande, ma perlomeno consente a un tifoso del Frosinone di perculare in allegria i suoi amici juventini.

Le maglie ipersgargianti

Anche quest’anno ci dobbiamo arrendere a seconde e terze maglie dai colori un po’ così. Ieri sera si sono messe in mostra il giallo Anas del  Verona in trasferta a Genoa e il giallo più banda blucerchiata (accostamento che avrebbe fatto vomitare Enzo Miccio) messo in mostra dalla Samp a Napoli. E non abbiamo ancora visto la maglia rosa della Juve. Aiuto, ridateci il calcio di una volta.

L’euroLazio

Settimana pesante per gli amici biancocelesti. Dopo la batosta a Leverkusen è arrivata quella a Verona sponda Chievo. Prendere quattro gol dal Chievo è roba che farebbe venire la depressione a chiunque, considerate le abitudini sparagnine dei gialloblu.  Lotito sta smadonnando per non aver venduto Felipe Anderson, che se continua così l’anno prossimo vale cinquemila lire. Il pericolo (amici laziali, toccatevi liberamente e bestemmiateci le mamme) è quello di fare una stagione simile a quella della Samp di qualche anno fa: dal preliminare alla B. Vabbè, esageriamo, siamo dei gran burloni.

Previous page