Inauguriamo un nuovo appuntamento, un piccolo, veloce e sintetico riassuntino della giornata di Serie A. Il riepilogo di tutto quello che succederà da qui...

Inauguriamo un nuovo appuntamento, un piccolo, veloce e sintetico riassuntino della giornata di Serie A. Il riepilogo di tutto quello che succederà da qui alla fine del campionato, un campionato che per come è partito ci farà parecchio divertire e che, forse, sarà finalmente all’insegna dell’equilibrio. Andiamo dunque a vedere cosa ci è piaciuto e cosa no di questa prima giornata di Serie A.

TOP

La sfangata dell’Udinese

tutti arroccati dietro, palloni spazzati in tribuna e sofferenza, e poi alla prima ripartenza colpaccio piazzato. Colantuono e il suo cappellino hanno fatto bingo.

Il Sassuolo di rimonta

la partenza non era stata delle migliori, poi la squadra di Di Francesco sorprende tutti e ribalta il match. La mancanza di Zaza pare non sentirsi.

Paulo Sousa e la sua Fiorentina d’assalto

il tecnico portoghese ha rivoltato come un calzino la Viola, Kalinic sembrava indemoniato, e tutti gli altri andavano a mille all’ora. Il Milan subito KO. A Firenze quest’anno potrebbero divertirsi e dimenticare il passato bianconero di Paulo Sousa.

Emil Hallfredsson

il primo anticipo l’ha illuminato l’islandese dalla testa grossa. Randellate e giocate illuminanti distribuite in egual numero. Il 10 del nostro cuore.

Luis Muriel

ha perso i chili di troppo che lo rendevano ancor più romantico ai nostri occhi, ma il giocatore è sempre quello che ci piaceva, con qualcosa di speciale dentro. Stasera si può festeggiare con un paio di big mac, dai.

Rey Manaj

Venti minuti in campo, molti meno per farsi ammonire. Regalerà soddisfazioni immense. Talento.

LEGGI I FLOP

Next page