Segnare quattro gol in una partita non è roba di tutti i giorni, dalla Serie A alla Terza Categoria, e quando qualcuno riesce a...

Segnare quattro gol in una partita non è roba di tutti i giorni, dalla Serie A alla Terza Categoria, e quando qualcuno riesce a fare un bel poker è sempre una notizia. Ma se poi quei 4 gol li realizzi nello spazio di 20 minuti, l’impresa diventa degna di nota e assolutamente meritevole di essere cantata con tutte le lodi del caso.

E oggi pomeriggio, un piccolo grande eroe è riuscito nell’impresa sopra descritta, quella di segnare quattro reti nella stessa partita. Ma non si è limitato a segnarle nell’arco del match, dei 90 minuti: il poker è stato messo a segno nei primi 27 minuti del match, nello specifico, a voler essere precisi, nell’arco di 20 minuti, dal 7′ al 27′ di gioco. Insomma, qualcosa di storico.

Il protagonista di questa storia? James Vaughan, attaccante del Bury che milita nella League One inglese, la terza serie della piramide professionistica inglese. Il poker è arrivato questo pomeriggio nel match contro il Peterborough United, vinto poi per 5-1 dal Bury, che conquista così tre punti fondamentali per la corsa salvezza.

Classe 1988, in prestito dall’Huddersfield, proprietario del cartellino, fin qui nel corso della stagione aveva messo già a segno altre 10 reti, quindi quello di oggi non può comunque essere definito un vero e proprio exploit.

Ma, di certo, questa giornata il buon James se la ricorderà a lungo, grazie al pallone portato a casa al termine del match…