Qualche giorno fa abbiamo lanciato una proposta, voi avete deciso di seguirci nella nostra profonda malattia, e quindi adesso siamo qui, a un solo...

Qualche giorno fa abbiamo lanciato una proposta, voi avete deciso di seguirci nella nostra profonda malattia, e quindi adesso siamo qui, a un solo passo dall’inizio di questa nuova avventura. 

Su Scudetto 01/02: Revival abbiamo lanciato la proposta di cominciare, oggi, nel 2016, una carriera con quello che per noi è il gioco manageriale più bello di tutti i tempi. Vi abbiamo chiesto di aiutarci a scegliere la squadra con cui partire, e le vostre preferenze si sono orientate su una squadra italiana, preferibilmente di C2.

Queste le squadre che vi proponiamo di votare, tramite il sondaggio che troverete a fondo pagina. Intanto vi presentiamo le rose e le informazioni importanti sulle nostre candidate.

Pro Vercelli

Siamo nel girone A della serie C2 (grazie a Dio non dobbiamo chiamarla per forza Lega Pro) e la Pro Vercelli è una delle nobili decadute del calcio italiano. Nella sua bacheca figurano 7 scudetti, il nostro obiettivo (parecchio ambizioso) è di portarla sul tetto d’Italia fino a vincere lo Scudetto della Stella, magari in una decina d’anni, o poco più.

Il budget a disposizione non è dei migliori, il materiale umano nemmeno. Ma con un paio di innesti d’esperienza dal mercato degli svincolati, con qualche giovane di prospettiva e con un po’ di audacia, possiamo provare a fare l’impresa.

Brescello

Il paese di Peppone e Don Camillo, una squadra che oggi milita in Eccellenza, ma che, ai tempi del glorioso Scudetto, militava nel girone B della C2. Una squadra senza grandi stelle, una squadra tutta da costruire, che potrà contare sul supporto dei 5000 posti (non tutti a sedere) dello stadio Morelli di Brescello. In cui, forse, potrebbe entrare tutta la popolazione.

Anche qui, via di svincolati e acquisti, 5-4-1, delinquenza e coltello tra i denti. Magari per qualche stagione ci sarà da lottare per salvarsi, ma prima o poi ne verremo fuori.

San Marino

Romantica avventura in quel del Titano. Ci faremo alfieri non solo di una squadra (che, ricordiamolo, sarebbe nel girone B della C2) ma di un popolo intero. Saremo infatti l’orgoglio di tutta San Marino e, lo giuriamo su Andy Selva, bomber storico della squadra, punteremo anche a diventare ct della Nazionale e la porteremo almeno agli Europei.

Oddio, forse la seconda promessa è un pochino più difficile da mantenere.

Igea Virtus Barcellona

Abbiamo un sogno: il derby in finale di Champions tra le due squadre di Barcellona. E non fa niente che l’Igea Virtus Barcellona abbia sede a Barcellona Pozzo di Gotto, in Sicilia, e nel lontano 2001 parte dalle soglie del girone C della C2. Noi ce la faremo.

Ovviamente il girone C è il più difficile, quello con il tasso delinquenziale più elevato. Sarà una battaglia senza prigionieri, toccherà lottare a schiaffi, pugni e ceffoni. E siamo certi che questa cosa non potrà che farvi piacere. E poi in rosa ci sono un giovanissimo Fabio Caserta, e il bomber letale Gianfranco Criniti.

Martina

Ultima proposta, altra squadra del girone C della defunta serie C2: siamo in Puglia, precisamente a Martina Franca. Stadio caldissimo, piazza appassionata, ma il motivo per cui abbiamo scelto di inserire il Martina nella rosa delle candidate è uno e uno soltanto: la presenza del fantastico bomber di categoria Gioacchino Prisciandaro.

Il sogno è fargli giocare almeno un minuto in serie A, anche se dovessimo portarlo nella massima categoria intorno ai 40 anni (a inizio gioco ne ha 30). Una missione morale.

Bene…adesso, fatta la panoramica sulle squadre, è giunto il momento più importante. Riflettete bene, scegliete e votate la squadra con cui secondo voi dovremmo partire in questa avventura. Pensateci bene, perchè poi sarà anche un vostro problema schierare in campo la squadra e farla rendere al massimo.