10 scommesse per il Fantacalcio 2017/18 10 scommesse per il Fantacalcio 2017/18
Il mercato è ancora lontano dalla sua conclusione, e saranno ancora molti i colpi che, anche in extremis, le squadre italiane potranno mettere a... 10 scommesse per il Fantacalcio 2017/18

Il mercato è ancora lontano dalla sua conclusione, e saranno ancora molti i colpi che, anche in extremis, le squadre italiane potranno mettere a segno.

Ma, se volete essere competitivi per la prossima stagione, dovete probabilmente già cominciare a lavorare in vista della prossima asta del Fantacalcio.

Consapevoli del fatto che con il mercato ancora da concludere saranno tante le cose che potranno cambiare, da qui a fine agosto, oggi abbiamo pensato di darvi una piccola mano, segnalandovi già qualche nome da tenere d’occhio per l’asta del Fantacalcio dell’anno prossimo.

Oggi, infatti, abbiamo deciso di stilare una lista di 10 nomi, 10 sorprese sulle quali potreste puntare al Fantacalcio nel corso della prossima stagione, giocatori che potreste portare a casa senza svenarvi (non tutti, probabilmente…) ma che potrebbero dare grandi soddisfazioni.




Ovviamente, come detto, il tempo è ancora molto, per studiare e riflettere: per cui, prendetela come un’occasione per cominciare a mettere sul vostro taccuini alcuni nomi e per iniziare a studiare al meglio, per farvi trovare preparati.

Andiamo a scoprire, allora, le 10 scommesse del Fantacalcio 2017/18.

Dawid Kownacki – Sampdoria

L’attacco della Sampdoria è stato rivoluzionato, con la partenza certa di Luis Muriel e la grande incertezza intorno al futuro di Patrik Schick.

A Genova, in blucerchiato, è arrivato l’attaccante polacco classe 1997 Dawid Kownacki. Centravanti moderno, non è un attaccante stanziale, ma può giocare largo e salire a prendere palla. Oltre a segnare, quindi, potrebbe anche mandare in porta i compagni. Non è una certezza, ma, se dovesse esplodere (in patria qualcuno lo ha anche accostato a Lewandowski) potreste ritrovarvi tra le mani una macchina da punti a prezzo contenuto.

Alex Berenguer – Torino

Di lui vi avevamo già parlato qualche tempo fa, sottolineando come potesse essere un calciatore adatto al gioco del Torino.

Non sappiamo come si adatterà al calcio italiano, ma di sicuro ha le potenzialità per fare una buona stagione e per portare a casa punti (non segna molto, ma può far segnare). Se lo portate a casa a un buon prezzo, può essere una scommessa interessante, ma occhio a non innamorarvene troppo…

Adam Ounas – Napoli

Il franco-algerino appena acquistato quest’anno dal Napoli è un giocatore di sicuro talento, che ha fatto molto bene fin qui nel precampionato degli azzurri, ma che, naturalmente, non insidierà, almeno per il momento, la posizione da titolare di Insigne o Callejon.

Ounas è un esterno, veloce e rapido, con un dribbling fenomenale e una buona capacità di vedere la porta. Nel sistema di Sarri, dovesse trovare la chiave per la continuità, sarebbe una riserva di lusso: per quanto riguarda il Fantacalcio, è una bella scommessa (non ci investite troppo, comunque) soprattutto per chi magari ha già uno dei titolari del Napoli. Con tanto turnover, potrebbe risultare utile in qualche partita meno impegnativa e portare bonus inattesi.

Timothy Castagne – Atalanta

Venduto – a peso d’oro – Conti al Milan, l’Atalanta lo ha immediatamente rimpiazzato con un giocatore di livello: Timothy Castagne, arrivato dal Genk, squadra belga, sarà il nuovo esterno di destra nel 3-5-2 di Gasperini, ed è proprio quel ruolo a renderlo appetibile ai fantallenatori.

Infatti negli anni gli esterni del modulo di Gasp hanno sempre dato grandi soddisfazioni al Fantacalcio, con i loro inserimenti in fase d’attacco. Castagne, che ha anche esperienza in Europa League, deve sicuramente trovare confidenza con il campionato italiano, ed è per questo che lo inseriamo tra le scommesse.

Ma, se l’Atalanta dovesse ripetere la stagione scorsa, state tranquilli che si rivelerà un acquisto azzeccato.

Han Kwang-Song – Cagliari

Nel finale della scorsa stagione, il giovane nordcoreano del Cagliari si era fatto già notare: prima per questione di folklore, per via della sua provenienza. Poi, però, una volta mandato in campo da Rastelli ha dimostrato di essere giocatore vero e di poter essere utile alla causa.

Han sarà parte stabile della rosa del Cagliari nella prossima stagione, e non escludiamo che possa ritagliarsi qualche scampolo di partita sin da subito, e combattere per una maglia – se non da titolare – almeno da primo cambio degli attaccanti.




Ovviamente, se il vostro Fantacalcio è a 6-8 squadre, difficile trovare un posto per lui. Ma se fate un Fantacalcio molto numeroso, puntare un credito sul nordcoreano potrebbe essere una scommessa decisamente interessante…

Andreas Cornelius – Atalanta

Altro acquisto estivo dell’Atalanta, il gigante danese classe 1993 è un centravanti dotato di grande fisicità e che sa anche vedere la porta.

Al momento, almeno in questa prima fase, partirà dietro a Petagna. Ma, viste le difficoltà dell’attaccante italiano nel trovare la porta, non è detto che Cornelius, nel tempo, possa anche scalzarlo e conquistarsi la maglia da titolare, impresa che non sembra poi così complicata.

Se dovesse adattarsi subito al nostro campionato, nella macchina di Gasperini potrebbe essere un terminale offensivo perfetto, e regalarvi una stagione memorabile. Noi, nel danese, crediamo parecchio.

Amato Ciciretti – Benevento

Tra le neopromosse, c’è tanta curiosità per vedere all’opera il Benevento. E, se volete puntare su qualcuno dei sanniti, la scommessa più bella che potreste fare è ovviamente quella di Amato Ciciretti. Il fantasista delle Streghe, infatti, potrebbe portare in dote gol e assist.

Naturalmente, la Serie A non è la Serie B, e la squadra di Baroni farà parecchia fatica contro le big. Ma se volete rischiarvela, potete puntare su Ciciretti, che almeno nei match contro le squadre non di prima fascia, potrebbe essere un asset prezioso per le vostre squadre.

In più, da non trascurare, Ciciretti dovrebbe essere la prima scelta del Benevento per i calci piazzati (ma non per i rigori, esclusiva di Coda e Ceravolo, nel caso).

Ianis Hagi – Fiorentina

In questo momento, la parola adatta per descrivere la situazione in casa Fiorentina è solo una: caos. Tanti gli addii, pochissimi i nuovi arrivi degni di nota.

E, in una situazione del genere (anche se va detto che fino alla chiusura del mercato ancora potrà cambiare tantissimo) Pioli dovrà tirare fuori anche qualche coniglio dal cilindro. Uno dei nomi che ci stuzzicano di più è quello del giovanissimo – classe 1998 – Ianis Hagi, figlio del grandissimo Gheorghe, il calciatore rumeno più forte di sempre.

Hagi non parte da titolare, e al momento non sappiamo ancora se sarà listato centrocampista o attaccante. Se lo riuscite a prendere da centrocampista, è una scommessa che potete permettervi di fare, sperando in una sua esplosione.

Adam Marusic  – Lazio

Come ormai abitudine, il mercato della Lazio non è stato esattamente sfavillante. Dall’Oostende è arrivato Adam Marusic, esterno montenegrino che può giocare sia alto che basso. Appunto per questo potrà tornare molto utile nel 3-5-2 quanto nel 4-4-2, e prenderlo da difensore potrebbe rivelarsi un vero e proprio colpaccio.

Marusic – classe 1992 – nasce attaccante, e si porta dietro la capacità di essere presente e pericoloso in zona gol, anche sui calci piazzati. Al momento, la sua titolarità se la gioca con Dusan Basta, ma in una stagione che si preannuncia impegnativa, con l’Europa League, troverà sicuramente molto spazio.

Tra i nomi citati, è forse uno di quelli sui quali potete andare con maggior decisione.

 

Daniel Bessa – Verona

Chiudiamo con un altro calciatore di una neopromossa: Daniel Bessa, centrocampista dell’Hellas Verona, può essere un ottimo complemento per il vostro centrocampo.

Preso a un prezzo abbordabile, come secondo o terzo cambio (dipende ovviamente dal numero dei partecipanti) potrà essere una bella scommessa su cui investire. L’anno scorso, in Serie B, ha messo insieme otto gol e tre assist.

Nel 4-3-3 di Pecchia, potrebbe giocare come mezzala sinistra: ruolo in cui, grazie anche a un buon tiro dalla distanza, potrà portare parecchi bonus a una squadra che, nonostante lotterà per la salvezza, sarà quasi sempre votata all’attacco.

Se volete puntare su Bessa, fatelo, ma con responsabilità.