Sarri ha spiegato chi batterà le punizioni alla Juventus Sarri ha spiegato chi batterà le punizioni alla Juventus
Da quando Cristiano Ronaldo è arrivato alla Juventus, ha in un certo senso preso possesso del mondo bianconero. E se, dal punto di vista... Sarri ha spiegato chi batterà le punizioni alla Juventus

Da quando Cristiano Ronaldo è arrivato alla Juventus, ha in un certo senso preso possesso del mondo bianconero.

E se, dal punto di vista carismatico e dal punto di vista tecnico la leadership del portoghese è stata sempre evidente e positiva, non altrettanto si può dire di un altro aspetto, forse uno dei pochi in cui Ronaldo, in questa esperienza bianconera, è stato carente.

Stiamo parlando dei calci di punizione, che il numero 7 della Juve ha quasi monopolizzato da quando è arrivato a Torino, lasciando pochissimo spazio a tanti altri ottimi tiratori come Pjanic e Dybala, per esempio.

Sabato scorso, contro l’Hellas, c’è stata una situazione piuttosto esemplificativa: a 1 minuto dal termine della gara, la Juve ha avuto un calcio di punizione dal limite dell’area, in una posizione molto invitante e dalla quale Pjanic ha spesso colpito in carriera. Sul pallone, però, si è presentato Ronaldo, che ha colpito la barriera.

Il portoghese non ha ancora segnato su punizione con la maglia della Juve, e così oggi in conferenza stampa, alla vigilia della partita con il Brescia, a Sarri è stato chiesto di spiegare le gerarchie su calcio piazzato.

Questa la risposta del nuovo allenatore della Juventus:

Abbiamo delle indicazioni di massima: le punizioni di destro vanno a Pjanic e Ronaldo. Mentre per quelle di sinistro, dipende da chi c’è in campo: i primi nomi sono Dybala o Bernardeschi. Anche per i rigori abbiamo indicato chi è l’incaricato principale e chi l’alternativa. Poi ci sono momenti della partita in cui magari il prescelto non è nella condizione, e quindi è giusto che ci sia un’altra opzione. Ne abbiamo un paio per ogni situazione“.