Sarà Angel Gomes il nuovo Messi? Sarà Angel Gomes il nuovo Messi?
Una delle cose più pericolose che si possano fare nel mondo del pallone è appiccicare etichette sulla fronte di giovani speranze, calciatori che sono... Sarà Angel Gomes il nuovo Messi?

Una delle cose più pericolose che si possano fare nel mondo del pallone è appiccicare etichette sulla fronte di giovani speranze, calciatori che sono ancora in fase di crescita e che nel giro di qualche anno potranno diventare tutto e il contrario di tutto. Eppure, è anche una delle cose che alla gente piace di più, forse anche solo per il semplice fatto di riuscire a catalogare il futuro in categorie già note, in schemi ripetuti e ripetibili, e tutto sommato per questioni di cuore, forse.

Ecco, in Inghilterra, su questo discorso delle etichette, sono sempre piuttosto avanti. E qualcuno ha già trovato il ragazzino cui appiccicare in fronte l’etichetta -abbastanza pesante, ammettiamolo- di “nuovo Messi”. Anche se un’etichetta del genere forse non la si dovrebbe mettere addosso a nessuno.

Lui è Angel Gomes, 16 anni, academy del Manchester United: nato a Londra mentre il padre, portoghese, era lì per lavoro, ed entrato nelle giovanili dei Red Devils all’età di 13 anni, e da quel momento, a quanto pare, ha conquistato davvero tutti. Può giocare in tutti i ruoli dell’attacco, anche sull’esterno, ma sulla schiena porta il numero 10, e quello è il suo vero ruolo, a quanto dicono gli scout.

In molti suggeriscono una somiglianza con Leo Messi o, volendo abbassare il tiro, con David Silva. Per tecnica, movimenti, capacità di saltare l’uomo ma anche visione del campo e degli spazi. In Inghilterra non è raro vedere gli allenatori avversari mettergli addosso due uomini, perché uno solo non basta per tenerlo…

Anche Nicky Butt, ex leggenda della squadra di Sir Alex Ferguson e oggi allenatore delle giovanili del Manchester United, giura che il ragazzo diventerà uno dei più forti nei prossimi anni. E dall’academy dello United, di nomi ne sono già usciti parecchi, negli ultimi anni: Marcus Rashford, Timothy Fosu-Mensah, Andreas Pereira e Axel Tuanzebe, per fare qualche nome.




Come potete vedere, il controllo di palla e i numeri non gli mancano. E anche in campo, con i pari età, non sembra esserci storia. Le premesse per vedere fiorire questo talento sembrano esserci tutte, bisognerà vedere se reggerà alla pressione e se saprà affacciarsi presto in prima squadra.

Non sappiamo se Angel Gomes sarà davvero il nuovo Messi: solo il tempo potrà dircelo, e, nel caso, torneremo a leggere con il sorriso sulle labbra queste righe…