Che il Benevento fosse alla ricerca di un attaccante in grado di garantire un discreto numero di gol non era certo un mistero. Coda,...

Che il Benevento fosse alla ricerca di un attaccante in grado di garantire un discreto numero di gol non era certo un mistero.

Coda, Ceravolo, Puscas e Cissè, per età ed esperienza (scarsa) nella massima categoria , non erano probabilmente sufficienti e per questo motivo la società ha deciso di correre ai ripari, allarmata dopo le due sconfitte in altrettante partite di campionato.

È notizia di pochi minuti fa che il Benevento dovrebbe aver concluso l’acquisto di un attaccante il cui nome dirà poco o nulla a quasi tutti, ma potrebbe rivelarsi importante per la volata in chiave salvezza.

Il rinforzo scelto dal presidente Vigorito è Samuel Armenteros, il cui nome completo sarebbe Kristiano Samuel Armenteros Nunez Mendoza Jansson, nato a Göteborg, in Svezia, il 27 maggio 1990 ma di origini cubane.

La passata stagione Armenteros ha giocato in Eredivisie con la maglia dell’Heracles con la quale ha messo a segno 19 reti in 29 presenze.

Ha fatto inoltre parte di tutte le rappresentative giovanili della nazionale svedese e quest’anno è stato chiamato anche in nazionale maggiore.

Come si può vedere dal contributo video Armenteros è un attaccante discretamente abile con i piedi (entrambi) in grado di far molto male anche nel gioco aereo, nonostante una stazza tutto sommato normale (180 centimetri per 80kg).

Dotato di un buon tiro da fuori e di una discreta tecnica nello stretto, Samuel Armenteros ama giocare principalmente da prima punta ma potrebbe anche adattarsi a giocare alle spalle di un riferimento più avanzato, data la sua buona capacità di svariare sul fronte offensivo.

Non è certo uno di quegli attaccanti che si dannano l’anima per la squadra, ma il suo contributo realizzativo e la sua presenza in mezzo all’area, considerando i rifornimenti recapitati dai piedi fatati di Ciciretti, potrebbero essere molto utili al Benevento in chiave salvezza.

Prima dell’ultima esperienza all’ Heracles (squadra in cui ha giocato anche agli inizi della carriera dal 2009 al 2013), Armenteros aveva giocato nel Qarabag (mettendo a segno 7 reti in una stagione) e ancora in Olanda (tra Willem II e Feyenoord) arrivato in prestito dalla squadra belga dell’Anderlecht (con la quale ha disputato solo 5 partite).

Vedremo se l’esborso economico, si parla di 3 milioni di euro che per una squadra come il Benevento non sono pochi, pagherà i suoi dividendi sul campo.