La sosta per le Nazionali ci sta regalando partite tra grandi squadre, come quelle andate in scena ieri sera. E, soprattutto, ci sta regalando...

La sosta per le Nazionali ci sta regalando partite tra grandi squadre, come quelle andate in scena ieri sera.

E, soprattutto, ci sta regalando ancora una volta lo spettacolo dei migliori giocatori del mondo all’opera, giocatori che, con la maglia della Nazionale, a volte riescono a splendere più di quanto non facciano con i club, per diversi motivi.

Poi ci sono quelli che, invece, approfittano del palcoscenico internazionale per dimostrare ancora una volta quello di cui sono capaci.

L’amichevole di ieri sera tra Germania e Spagna, infatti, è stata l’ennesima lezione di calcio tenuta dal Professor Andres Iniesta, 33 anni, che sta scaldando i motori in vista dei Mondiali di Russia.

Nel pareggio tra le due nazionali che si sono aggiudicate le ultime due edizioni della rassegna iridata, il capitano del Barcellona si è messo in mostra con una prestazione magistrale, l’ennesimo corso su come si tenga in mano un centrocampo e come si faccia girare una squadra come fosse un meccanismo di un orologio.

Questa, per esempio, la mappa dei tocchi di Iniesta nel corso della partita di ieri sera.

La giocata migliore della partita di Iniesta è stata l’assist per il gol spagnolo, firmato da Rodrigo Moreno Machado.

Ma tutto il match è stato un susseguirsi di grandissime giocate e tocchi, che vale la pena gustarsi per intero.

No, davvero, c’è anche questo, se volete.

Dal Professore, insomma, c’è sempre qualcosa da imparare. Ma non avevamo certo bisogno della partita di ieri per capirlo.