Ryan Babel dal 2017 gioca in Turchia nel Besiktas e, grazie alle sue buone prestazioni, è riuscito a riconquistare un posto in Nazionale dopo...

Ryan Babel dal 2017 gioca in Turchia nel Besiktas e, grazie alle sue buone prestazioni, è riuscito a riconquistare un posto in Nazionale dopo un periodo piuttosto travagliato.

All’inizio della carriera, dopo essere uscito dalle giovanili dell’Ajax, grande fucina di talenti, Babel sembrava destinato a grandissimi palcoscenici. Dopo aver esordito in prima squadra ed aver militato per 4 anni nei lancieri si trasferisce al Liverpool, dove rimane altri 4 anni, vissuti tra alti, pochi per la verità, e bassi.

Dopo l’esperienza ai Reds prova in Bundesliga, con l’Hoffenheim, dove però non riesce ad imporsi totalmente ed è costretto a ritornare all’Ajax, anche se ormai sembra chiaro che la sua carriera non sia più destinata ad esplodere come si pensava agli esordi.

Prova a rilanciarsi in Turchia prima, al Kasimpasa, e negli Emirati Arabi successivamente, nell’Al-Ain, prima di tentare la carta spagnola con il Deportivo.

Quando tutto sembrava ormai perduto è arrivato il Besiktas a dargli una ulteriore chance, nella speranza succedesse come con Quaresma, altro giocatore che sembrava finito ad alto livello poi rilanciatosi in Turchia.

In effetti così è stato e Ryan Babel dal 2017, anno in cui si è trasferito al Besiktas, ha collezionato 22 gol in 60 presenze, non male per uno che è sì un giocatore offensivo ma non è certo un centravanti di ruolo.

Proprio oggi è il suo compleanno e Babel ha voluto autocelebrarlo con un post dei suoi.

Un video di auguri per mettere a tacere le voci di chi diceva che non avrebbe combinato nulla nemmeno al Besiktas e che non c’era ragione di acquistarlo.

Babel si è voluto togliere anche questo sassolino dalla scarpa nel giorno del suo compleanno, dimostrando ai detrattori che si erano sbagliati sul suo conto.

Come si fa a non volergli bene?