Russia 2018 ai raggi X: come giocherà l’Egitto Russia 2018 ai raggi X: come giocherà l’Egitto
Alessandria d’Egitto, 08 ottobre 2017 d.C. Ti chiami Mohamed Salah, ti trovi sul dischetto del rigore, è il minuto 94… Con un gol mandi... Russia 2018 ai raggi X: come giocherà l’Egitto

Alessandria d’Egitto, 08 ottobre 2017 d.C. Ti chiami Mohamed Salah, ti trovi sul dischetto del rigore, è il minuto 94…

Con un gol mandi la tua nazionale a giocare il Campionato del Mondo dopo 28 anni, ma se dovesse andar male, dovrai andare in Ghana a sudare la qualificazione, con l’Uganda che ti potrebbe scavalcare e spezzarti il sogno.

Siamo al Borg El Arab Stadium 75.000 persone stanno già esultando, la tua panchina è già entrata in campo e tu ti ritrovi sempre lì, su quel dischetto, con quel pallone che pesa sempre di più. L’arbitro fischia, la pressione è altissima, arrivi sul pallone e spiazzi il portiere…Gooool!

L’Egitto torna al Mondiale, le pene dell’inferno sono state superate, ora si può rivedere la luce del sole di giugno dopo quasi 30 anni. Per un calcio, quello egiziano, caduto nel baratro che con la conquista di questa qualificazione vuole risorgere; dal febbraio di quest’anno, dopo 6 anni dalla strage di Port Said (dove perirono 74 persone) e 3 dalla morte dei 20 tifosi dello Zamalek negli scontri con la polizia, un numero massimo di 300 persone possono ritornare allo stadio, dopo oltre 6 anni di campionati giocati quasi interamente a porte chiuse.

In occasione delle partite di coppa nazionale e della nazionale di calcio, potranno seguire la partita dallo stadio più spettatori; e come detto furono in 75.000 a vedere l’Egitto di Cuper qualificarsi per i Mondiali, andiamo a vedere come gioca la sua squadra.

SISTEMI DI GIOCO:

Questi i 23 convocati da Cuper:
Portieri: Essam El Hadary (Al Taawoun), Mohamed El-Shennawy (Al Ahly), Sherif Ekramy (Al Ahly);
Difensori: Ahmed Fathi (Al Ahly), Saad Samir (Al Ahly), Ayman Ashraf (Al Ahly), Mahmoud Hamdy (Zamalek), Mohamed Abdel-Shafy (Al Fateh), Ahmed Hegazi (WBA), Ali Gabr (WBA), Ahmed Elmohamady (Aston Villa), Omar Gaber (Los Angeles FC);
Centrocampisti: Tarek Hamed (Zamalek), Shikabala (Al Raed), Abdallah El-Said (KuPS), Sam Morsy (Wigan Athletic), Mohamed Elneny (Arsenal), Ramadan Sobhi (Stoke City), Trezeguet (Kasimpasa), Amr Warda (Atromitos);
Attaccanti: Marwan Mohsen (Al Ahly), Kahraba (Al Ittihad), Mohamed Salah (Liverpool).

L’Hombre Vertical si presenterà in Russia con il 4-2-3-1. In porta giocherà il 45enne e capitano Essam El Hadary; mentre la difesa sarà composta da Fathi a destra e Abdel-Shafy a sinistra, con la coppia del West Brom (Gram e Hegazi) al centro. A disposizione Elmohamady, Samir, Ashraf e Hamdy. I due mediani sono Elneny e Hamed, con Said e Morsy in panchina. I 3 trequartisti saranno Said, Sobhi e Salah; in relazione alle condizioni di Salah potrà giocare pure Warda, Trezeguet o Shikabala. Il centravanti titolare sarà Mohsen, con Kahraba a disposizione.

Fase di possesso: i trequartisti di muovono cercando di non dare punti di riferimento.

Fase di non possesso: la squadra arretra disponendosi con un 4-4-1-1.

FASE DI POSSESSO:
Costruzione dal basso-Rinvio da fondo campo
Con il pallone in possesso del portiere: i due centrali si allargano e i terzini si alzano, si crea dello spazio nella zona centrale, che verrà occupato da uno dei 2 mediani, il quale si abbasserà per ricevere palla.

Sviluppo

Lo sviluppo dell’azione dell’Egitto è caratterizzato da un possesso palla poco elaborato poiché, quando vi è l’occasione, si effettua una verticalizzazione o un attacco diretto alla ricerca di un giocatore che si è inserito.

Con l’immagine sottostante si può notare come Hamed vada incontro al pallone, sfruttando la spazio libero lasciato da Elneny, il quale ha avanzato la sua posizione.

Da questa immagine si può notare come l’ala vado incontro al portatore di palla, creando dello spazio per il centravanti (in questo caso) o il trequartista che si inseriscono lungo la fascia esterna.

FASE DI NON POSSESSO:

Pressione su costruzione dal basso avversaria
Con il pallone in possesso del portiere avversario, l’Egitto effettua una pressione molto alta. Nella situazione sotto raffigurata, il centravanti arriva a pressare addirittura il portiere avversario, con i trequartisti che formano delle coppie di marcatura a uomo chiudendo le linee di passaggio avversarie.

Sviluppo avversario
Nella fase di sviluppo da parte della squadra avversaria, i centrocampisti dell’Egitto formano delle coppie di marcatura a uomo, allo scopo di chiudere le principali linee di passaggio a disposizione degli avversari.

Linea difensiva-Marcatura
La linea difensiva egiziana risulta essere molto compatta, infatti i difensori sono molto vicini quando subiscono un’azione offensiva avversaria. Come descritto nell’immagine: la marcatura applicata dai difensori è a zona.

TRANSIZIONI:

Positive: a palla recuperata si cerca di ripartire subito in contropiede, cercando con delle verticalizzazioni i giocatori offensivi che si trovano in una zona più avanzata e favorevole per sfruttare al massimo la nuova situazione di contropiede appena creatasi.

Negative: nel momento in cui viene perso il possesso del pallone, si pressa vigorosamente il portatore di palla avversario, cercando di chiuderlo all’interno di una zona circoscritta di campo per indurlo all’errore. Vengono marcati i giocatori avversari che si trovano vicino al portatore di palla, allo scopo di non fargli ricevere palla.

CONCLUSIONE:

L’Egitto è una squadra che dipende da 23 giocatori + lo staff tecnico, non solo da Salah. Il giocatore del Liverpool è senza alcun’ombra di dubbio la stella di questa squadra, ma sarà quasi certamente assente per partita d’esordio contro l’Uruguay del maestro Tabarez, per via dell’infortunio patito nella finale di Champions League. Oltre all’Uruguay, nel girone A sono presenti anche la Russia di Cherchesov (padrona di casa) e l’Arabia Saudita di Pizzi. La nazionale egiziana ha le carte in regola per lottare fino all’ultimo per il passaggio del turno, l’obiettivo sarà quello di sorprendere e giocarsela con tutte.

A cura di Antonio Di Marino – Match Analyst

Related Posts

Il Borussia Dortmund quest’anno fa sul serio

2019-06-21 08:22:52
delinquentidelpallone

18

I migliori under 21 della stagione 2018/19

2019-05-31 10:12:22
delinquentidelpallone

18

Il pagellone della Serie A 2018-19

2019-05-27 11:00:12
delinquentidelpallone

18

I 10 giocatori con la media voto più alta della Serie A 2018/19

2019-05-15 15:46:11
delinquentidelpallone

18

La maglia del Borussia Dortmund per la prossima stagione

2019-05-09 10:44:56
delinquentidelpallone

18

Borussia Dortmund-Schalke 04 è stata una partita infuocata

2019-04-27 15:32:51
delinquentidelpallone

18

Il Watford ha raggiunto la finale di FA Cup in modo rocambolesco

2019-04-07 18:29:33
delinquentidelpallone

18