Russia 2018 ai raggi X: come giocherà la Danimarca Russia 2018 ai raggi X: come giocherà la Danimarca
Assente in Brasile, dopo 8 anni torna la Danimarca ai Mondiali. La nazionale è conosciuta per 2 motivi fondamentali: l’Europeo conquistato da ripescata nel... Russia 2018 ai raggi X: come giocherà la Danimarca

Assente in Brasile, dopo 8 anni torna la Danimarca ai Mondiali.

La nazionale è conosciuta per 2 motivi fondamentali: l’Europeo conquistato da ripescata nel 1992 in Svezia e la produzione di biscotti assieme ai cugini svedesi che non piacciono molto a noi italiani. Scherzi a parte, la nazionale guidata dal C.T. Hareide, subentrato a Morten Olsen che ha lasciato dopo oltre 15 anni di regno sulla panchina scandinava, dispone di giocatori di ottima qualità che hanno permesso alla nazionale di piazzarsi seconda nel girone di qualificazione dietro alla Polonia.

Dopo la vittoria sofferta a Podgorica in Montenegro, la Danimarca ha dovuto affrontare il doppio incontro con l’Irlanda: il pareggio per 0-0 ottenuto a Copenaghen ha destato la preoccupazione di una mancata qualificazione, sventata dal genio di Eriksen che con una tripletta ha fissato il risultato della partita di ritorno sul 5-1. La Danimarca si presenta alla rassegna iridata così.


SISTEMI DI GIOCO:
In seguito i 23 scelti da Hareide.
Portieri: Jonas Lossl (Huddersfield Town), Frederik Ronnow (Brondby), Kasper Schmeichel (Leicester City)
Difensori: Andreas Christensen (Chelsea), Henrik Dalsgaard (Brentford), Simon Kjaer (Siviglia), Jonas Knudsen (Ipswich Town), Jens Stryger Larsen (Udinese), Mathias Jorgensen (Huddersfield Town), Jannik Vestergaard (Borussia Monchengladbach)
Centrocampisti: Thomas Delaney (Werder Brema), Christian Eriksen (Tottenham), Lukas Lerager (Bordeaux), Michael Krohn-Dehli (Deportivo La Coruna), William Kvist (Copenhagen), Lasse Schone (Ajax), Pione Sisto (Celta Vigo)
Attaccanti: Martin Braithwaite (Bordeaux), Andreas Cornelius (Atalanta), Kasper Dolberg (Ajax), Viktor Fischer (Copenhagen), Nicolai Jorgensen (Feyenoord), Yussuf Poulsen (Lipsia).

Il modulo di partenza sarà un 4-2-3-1 con il portiere che sarà Kasper Schmeichel (figlio di Peter). Dalsgaard, Kjaer, Christensen e Stryger-Larsen comporranno la linea di difesa; con Vestergaard come principale sostituto. I due mediani saranno Kvist e Delaney; mentre i trequartisti saranno Poulsen, Eriksen e Pione Sisto.

In attacco il titolare dovrebbe essere Jorgensen, ma attenzione a Dolberg. In panchina l’esperienza e la classe di Schone e Krohn-Dehli.

Fase di possesso: entrambi i terzini si alzano a tutto campo, formando un 2-2-5-1.

Fase di non possesso: le ali si abbassano, mentre il trequartista resta in posizione avanzata per pressare gli avversari assieme al centravanti. Formazione del 4-4-2.

FASE DI POSSESSO:
Costruzione dal basso-Rinvio da fondo campo
Con palla al portiere: i due centrali si allargano e i terzini si abbassano; in base a quale centrale verrà giocato il pallone, si abbasserà il mediano corrispondente. Nel caso non sia possibile cominciare l’azione palla a terra si sfrutterà il rinvio lungo effettuato dal portiere.

Sviluppo

Lo sviluppo dell’azione avviene sfruttando i movimenti effettuati dai giocatori esterni. Con l’ala che viene incontro al portatore di palla in una zona centrale del campo, il terzino si alza molto, venendo servito lungo la fascia con una verticalizzazione o un attacco diretto. Oppure sarà Eriksen a venire a prendersi il pallone dai difensori o dai mediani.

FASE DI NON POSSESSO:

Pressione

Con il pallone in possesso degli avversari: il centravanti e il trequartista pressano i centrali, mentre il resto dei giocatori si alzano, marcando i propri diretti avversari.

Linea difensiva

In fase di non possesso si formano due linee dinanzi al portiere: quella di difesa e quella di centrocampo non troppo distanti tra loro.

Marcatura

La marcatura è a zona mista: poiché i 4 difensori sono inizialmente schierati a zona, ma nel momento in cui il diretto avversario è in procinto di ricevere palla, il difensore lo marca per evitare che esso possa girarsi.

TRANSIZIONI:

Positive: a palla recuperata si cerca di sfruttare al massimo il contropiede, servendosi di verticalizzazioni o azioni personali per creare la superiorità numerica in zona d’attacco.

Negative: nel momento in cui viene perso il possesso del pallone, si cerca subito di riconquistarlo pressando in modo molto aggressivo il portatore di palla avversario.

PALLE INATTIVE:

Rimesse laterali

Avendo in squadra ottimi saltatori dotati di molti centimetri e ottimi battitori, la Danimarca sfrutta al meglio le palle inattive per cercare di trovare la via del gol. Vengono sfruttate pure le rimesse laterali, facendo salire un numero di minimo 4 saltatori all’interno dell’area di rigore avversaria. Il battitore è Kvist, dotato di una lunga gittata.

CONCLUSIONE:

Con ottime qualità nei vari giocatori d’attacco, la nazionale danese potrà dare del filo da torcere alle big del Mondiale. Inserita nel girone C, esordirà nel delicato scontro diretto con il Perù, per poi giocare contro Australia e Francia. La nazionale danese riuscirà a raggiungere e ad abbattere il record del piazzamento ai Quarti di Finale del mondiale del 1998? O bissare il successo continentale del 1992?!? Lo scopriremo osservando bene le partite della squadra di Eriksen.

A cura di Antonio Di Marino – Match Analyst

Related Posts

Abbiamo visto i Mondiali in anteprima e vi diciamo come finiscono

2018-06-14 11:06:59
delinquentidelpallone

18

Russia 2018 ai raggi X: come giocherà l’Egitto

2018-06-13 12:29:28
delinquentidelpallone

18

Russia 2018 ai raggi X: come giocherà il Portogallo

2018-06-12 14:15:31
delinquentidelpallone

18

Russia 2018 ai raggi X: come giocherà l’Islanda

2018-06-11 11:08:12
delinquentidelpallone

18

Russia 2018 ai raggi X: come giocherà il Marocco

2018-06-10 09:52:16
delinquentidelpallone

18

Russia 2018 ai raggi X: come giocherà la Spagna

2018-06-08 13:16:22
delinquentidelpallone

18

Russia 2018 ai raggi X: come giocherà la Colombia

2018-06-07 13:31:28
delinquentidelpallone

18

Russia 2018 ai raggi X: come giocherà l’Inghilterra

2018-06-06 14:48:08
delinquentidelpallone

18

Russia 2018 ai raggi X: come gioca il Perù

2018-06-05 08:47:55
delinquentidelpallone

18