River-Boca: un Superclasico da battaglia River-Boca: un Superclasico da battaglia
Ieri sera, al Monumental di Buenos Aires, si è giocato il Superclasico, una delle rivalità più accese del Sudamerica, e del mondo intero: per... River-Boca: un Superclasico da battaglia

Ieri sera, al Monumental di Buenos Aires, si è giocato il Superclasico, una delle rivalità più accese del Sudamerica, e del mondo intero: per i pochi che non lo sapessero, River Plate contro Boca Juniors.

Una partita che per i Millionarios arrivava in una settimana molto complicata, dopo la clamorosa eliminazione in semifinale di Libertadores, figlia dell’incredibile rimonta subita dal Lanus.

Il Boca ha cominciato benissimo il campionato, mentre il River doveva già provare a risalire la china dopo un avvio complicato: anche per questo, il Superclasico di ieri era importante, anche se, naturalmente, una partita del genere vale sempre tantissimo, a prescindere da tutto.

Le emozioni non sono mancate, e come sempre è stata una partita tesissima e complicatissima da arbitrare.




Il bilancio, a fine partita, parla di 2 cartellini rossi, uno per parte, e di 10 cartellini gialli: il match, invece, è stato vinto dal Boca, che così facendo si è involato in classifica provando già a mettere le mani sul titolo.

La partita si è messa subito sul piano dell’agonismo – diciamo così – con il River che è rimasto in 10 a pochi minuti dalla fine del primo tempo: al 38′ Nacho Fernandez ha deciso bene di imitare la famosa entrata con i tacchetti sul petto fatta vedere da Nigel De Jong nella finale dei Mondiali del 2010: per lui, però, è arrivato il cartellino rosso.

Il Boca è poi passato in vantaggio con Cardona al 42‘: una punizione meravigliosa che a qualcuno ha ricordato un’altra famosa punizione, ad opera di Juan Roman Riquelme.

Lo stesso Cardona ha riequilibrato la partita dal punto di vista numerico facendosi espellere per una gomitata, che però, per gli standard del calcio argentino, non è sembrata poi un colpo così duro. Molte critiche per il direttore di gara, il nostro idolo Nestor Pitana.

Nel secondo tempo, nel giro di 3 minuti, la partita ha regalato altre emozioni: prima Ponzio ha pareggiato i conti al 69′ con una bella conclusione dalla distanza, poi Nahitan Nandez al 73′ ha riportato avanti il Boca firmando il definitivo 2-1. Il River trova anche il gol del pareggio con Scocco, gol che viene però annullato da Pitana, secondo il quale il pallone era uscito dal campo prima di finire in porta.

Questo il bilancio finale del match.

Come sempre, lo spettacolo è stato anche sugli spalti: questa la coreografia del Monumental al momento dell’ingresso in campo delle squadre.

Questo il video completo con tutti i gol e tutte le emozioni di questo spettacolare Superclasico.

Related Posts