Restituiteci il pallone Restituiteci il pallone
Il calcioscommesse è tornato oggi alla ribalta delle cronache. Ancora una volta il pallone è maltrattato, insultato, oltraggiato. Noi vogliamo dire basta. Perchè il... Restituiteci il pallone

Il calcioscommesse è tornato oggi alla ribalta delle cronache. Ancora una volta il pallone è maltrattato, insultato, oltraggiato. Noi vogliamo dire basta. Perchè il calcio è il nostro sport, e non ce lo faremo scippare via.

E’ successo, di nuovo. E’ successo, ancora. E’ successo, succederà. Ci eravamo fidati, come sempre, come degli amanti traditi che non vogliono rassegnarsi all’ennesima scappatella della propria donna. Continueranno a perdonarla, imperterriti, perchè in fondo la amano e non possono fare diversamente. Non possono lasciarla andare via.

E’ quello che ci è successo oggi, quando abbiamo acceso la tv durante il caffè mattutino. Lega Pro e Serie D, 30 squadre coinvolte, calciatori, presidenti, dirigenti. Ancora una volta, come in un brutto film che continua a riavvolgersi all’infinito. Stop. Rewind. Play. Quella parola che ogni volta che viene fuori ci sconquassa lo stomaco, ci fa venire voglia di chiudere tutto e scappare, smettere di seguirlo questo sport che tanto amiamo. Calcioscommesse.

Eppure, non è colpa nostra se siamo innamorati. Non è colpa nostra se nonostante tutto quello che succede a questo sport continuiamo, imperterriti, ad amarlo. Nonostante tutte le scappatelle, nonostante tutto il sangue amaro che ci fa venire. Nonostante ogni giorno venga fuori un motivo che potrebbe bastare a farci disinnamorare di lui. Nonostante le polemiche, che ogni giorno ne viene fuori una nuova, più accesa, più incomprensibile. Per una partita spostata, per un gol fantasma, per un arbitraggio discutibile.

Nonostante frasi indecorose di chi tiene in mano la baracca. Nonostante notizie come quella di oggi, l’ennesima mazzata alla reputazione di questo sport. Non importa quanto forte potrà essere la mazzata, noi purtroppo già lo sappiamo: non c’è nulla, quasi nulla, che potrà impedirci di amare questo sport alla follia. Per una ragione semplice, molto semplice. E’ nostro questo sport. Non è di chi fa polemica, di chi non riesce a tenere a freno la lingua, di chi compra e vende partite come fossero pomodori al mercato ortofrutticolo.

E’ nostro questo sport, e non ce lo toglierete mai. E’ nostro, questo sport, ed è per questo che dovreste smetterlo di oltraggiarlo, insultarlo, infangarne la reputazione. Non è vostro, il pallone, no. Siamo noi, con il nostro entusiasmo, la nostra passione, la nostra fede, il nostro amore, incondizionato, che facciamo rotolare il pallone. Per cui, cari signori, fateci un favore. Smettetela di maltrattare il nostro cuore, e restituiteci il pallone. E’ nostro, e lo amiamo. E anche se lo prendiamo a calci, è la cosa più bella che abbiamo.

Related Posts

E se il Pallone d’Oro lo vincesse Alisson?

2019-07-06 10:45:26
delinquentidelpallone

18

Il pallone ufficiale della Premier League 2019/20

2019-06-16 12:21:33
delinquentidelpallone

18

Lorenzo Insigne e quel pallone maledetto

2019-03-04 09:03:52
delinquentidelpallone

18

Dieci candidati per il Pallone d’Oro 2025

2018-12-06 09:56:19
delinquentidelpallone

18

I 10 candidati al Pallone d’Oro per il miglior giovane

2018-11-30 15:35:41
delinquentidelpallone

18