Renato Sanches, il piccolo Seedorf che incanta il Portogallo Renato Sanches, il piccolo Seedorf che incanta il Portogallo
Qualche giorno fa Guy Roux, storico allenatore dell’Auxerre, ha sollevato un polverone dichiarandosi sicuro che Renato Sanches, il centrocampista del Portogallo appena acquistato dal... Renato Sanches, il piccolo Seedorf che incanta il Portogallo

Qualche giorno fa Guy Roux, storico allenatore dell’Auxerre, ha sollevato un polverone dichiarandosi sicuro che Renato Sanches, il centrocampista del Portogallo appena acquistato dal Bayern Monaco, non può avere i 18 anni scritti sulla carta d’identità, ma che ne avrebbe, come minimo, 24.

Dubbio legittimo -anche se effettivamente poco ce ne importa- e che è venuto anche a noi quando abbiamo visto in campo questo ragazzo classe 1997 sbocciato quest’anno nel cuore del centrocampo del Benfica. Si, per come gioca, per come sta in campo, per come si muove, questo fenomeno con le treccine non dimostra affatto 18 anni. Non dimostra l’incoscienza della gioventù, ma sembra che sia lì già da tempo, uno scafato corazziere del centrocampo che ha già vissuto tutte le battaglie che c’erano da vivere.

D’altronde, che l’età possa anche essere diversa da quella dichiarata sulla carta di identità, è perfettamente plausibile, vista l’infanzia di Renato Sanches e considerata la strada tortuosa che ha percorso per diventare, oggi, uno dei centrocampisti con il futuro più luminoso in Europa. Padre di São Tomé e Príncipe, madre di Capo Verde, retaggio di quello che fu l’impero coloniale portoghese, Renato Sanches nasce in uno dei quartieri più poveri e problematici di Lisbona, Musgueira. Subito dopo la sua nascita, i suoi genitori si separano: il padre registrerà la sua nascita all’anagrafe solo nel 2002, da qui le polemiche sull’età del ragazzo.

A Musgueira comincia a giocare per strada, poi nel 2006 entra nelle giovanili del Lisbona. Prezzo d’acquisto del cartellino del ragazzo: 750 euro e 25 palloni da calcio. Una strada che conduce dritta ai 35 milioni (che possono diventare 80 con i bonus) pagati dal Bayern Monaco per assicurarsi il ragazzo. Ragazzo che, tra le mani di Carlo Ancelotti, potrà diventare davvero uno dei centrocampisti più efficaci e versatili d’Europa. Per uno che viene paragonato a Clarence Seedorf, in fondo, può esserci un maestro migliore di Carletto?

rsnch

La stagione di Renato Sanches al Benfica è stata quella dell’Epifania, quella della rivelazione. L’Europeo con la maglia del Portogallo è la consacrazione: il talento ce l’hanno in tanti, la personalità e il coraggio di buttarsi nella mischia alla sua età, senza niente temere, come se fosse ancora al barrio di Musgueira, è roba da pochi eletti. La partita con la Polonia racconta a tutto tondo Renato Sanches. Gol del pareggio segnato con una sassata da fuori area, una delle sue. E poi, nella serie finale dei rigori, non si tira indietro, si presenta sul dischetto e fa il suo dovere. Senza nemmeno essere stato convinto da Cristiano Ronaldo, come si vede nel video che fa il giro della rete in questi giorni, in cui la stella portoghese deve convincere Joao Moutinho a presentarsi sul dischetto.

Grande visione di gioco, polmoni capienti, capacità di andarsi a prendere la palla dai compagni ma anche di recuperarla in autonomia. E poi, quelle sassate e quelle treccine che lo fanno assomigliare per davvero a Clarence Seedorf. Insomma, Renato Sanches non sa cosa sia la paura, non conosce la pressione. Il futuro è suo, e siamo sicuri che lui, che da ragazzo si diceva non volesse giocare a calcio perché prendeva troppe botte, non avrà paura a prenderselo. Per nessun motivo al mondo, forse già a partire dalla semifinale di stasera contro il Galles.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Il Valencia ha un piccolo problema con i pareggi

2019-02-25 09:24:30
delinquentidelpallone

18

È successo un piccolo intoppo con Arsenal-Rennes

Oggi a ora di pranzo si sono svolti
2019-02-22 16:01:19
delinquentidelpallone

18

Žan Celar, il piccolo Dzeko

2019-02-13 15:58:12
delinquentidelpallone

18

Il “piccolo” problema dell’Inter con Icardi

2018-09-23 15:34:35
delinquentidelpallone

18

Diego Costa ha un piccolo (ma non trascurabile) problema

2018-09-15 13:08:52
delinquentidelpallone

18

Il Piccolo Diavolo diviso a metà

2018-07-05 11:04:53
pagolo

18

Renato Sanches: il mondo capovolto

2018-05-16 08:18:49
pagolo

18