Spesso abbiamo sentito da più parti lamentele riguardo a partite troppo spezzettate, in cui vengono fischiati tantissimi falli e le conseguenti interruzioni di gioco...

Spesso abbiamo sentito da più parti lamentele riguardo a partite troppo spezzettate, in cui vengono fischiati tantissimi falli e le conseguenti interruzioni di gioco portano ad un decadimento dello spettacolo notevole.

Inoltre in tantissime partite capita che nelle ultime battute di gioco la squadra in vantaggio, o comunque quella che non ha interesse perchè il gioco riprenda velocemente, ritardi appositamente la ripresa delle operazioni costringendo così l’arbitro ad aumentare il recupero finiti i 90′ regolamentari.

Ma non solo, ci possono essere infortuni o altre problematiche che fanno sì che il gioco si debba interrompere e portino l’arbitro ad assegnare un ampio recupero o ad allungare quello già precedentemente assegnato.

E’ successo recentemente nel derby di Milano, con tutta una serie di polemiche, ma è già capitato moltissime altre volte.

In Italia in particolare, più che in altri campionati, il gioco è molto spezzettato ed i minuti di gioco effettivo sono davvero pochi rispetto alla durata complessiva della partita. Già, ma quanto dura mediamente una partita di serie A?

Stando ai dati in possesso di Opta il tempo effettivo di una partita del nostro campionato è in media 56 minuti e 57 secondi, ma ci sono logicamente discrepanze molto alte tra quelle in cui si gioca di più e quelle che invece fanno registrare il minor gioco effettivo.

Quest’anno la partita con il minutaggio di gioco effettivo più elevato è stata Crotone-Juventus, che ha fatto registrare 66 minuti e 16 secondi di tempo effettivo giocato.

Al contrario quella in cui si è giocato meno è Sampdoria-Cagliari con 45 minuti e 52 secondi effettivi, in pratica un tempo.

Alla luce di questi dati occorre forse pensare all’introduzione di una regola per quel che riguarda il gioco effettivo? Magari che interessi solamente gli ultimi minuti di gioco, ovvero quelli nei quali solitamente avvengono le perdite di tempo?

Perchè se è vero che l’arbitro può allungare il recupero di un tempo standard per quello che riguarda, ad esempio, le sostituzioni per le perdite di tempo invece è tutto legato alla discrezionalità del direttore di gara e spesso ciò può dare adito a polemiche, che potrebbero essere evitate. Voi come la pensate in merito?