Quando la Fiorentina di Batistuta schiantò il Manchester United campione d’Europa Quando la Fiorentina di Batistuta schiantò il Manchester United campione d’Europa
Dimentichiamoci per un attimo la Fiorentina vista nel 2019, quella che ha davvero rischiato una retrocessione che avrebbe avuto del clamoroso, dimentichiamoci l’involuzione dei... Quando la Fiorentina di Batistuta schiantò il Manchester United campione d’Europa

Dimentichiamoci per un attimo la Fiorentina vista nel 2019, quella che ha davvero rischiato una retrocessione che avrebbe avuto del clamoroso, dimentichiamoci l’involuzione dei tanti giocatori talentuosi in rosa e la perdita di quel gioco che nelle scorse annate aveva portato i viola nelle zone nobili della classifica.

Torniamo a quasi vent’anni fa, più precisamente al 23 novembre 1999. La Champions League è ancora strutturata con una doppia fase a gironi e la Fiorentina, guidata da Giovanni Trapattoni, si è classificata al secondo posto di un gruppo per nulla semplice, dietro al Barcellona ma davanti all’Arsenal di Wenger e all’AIK Solna.

Per la seconda fase a gironi i viola vengono inseriti nello stesso raggruppamento di Valencia, Bordeaux e dei campioni uscenti del Manchester United.

La prima giornata di questa fase vede la squadra del Trap affrontare proprio la corazzata di sir Alex Ferguson, che scende in campo al Franchi con l’artiglieria pesante, senza sottovalutare minimamente i toscani. Tra i Red Devils troviamo in campo da 1’ Jaap Stam e Gary Neville, la coppia gol formata da Yorke e Cole, ma soprattutto quella che può tranquillamente esser considerata la mediana più forte d’Europa: Paul Scholes, Roy Keane, David Beckham, Ryan Giggs. Nomi, non cognomi.

La Fiore risponde con Toldo in porta, la corsa di Di Livio e Torricelli, la qualità di Rui Costa e in avanti Abel Balbo a supporto del Re Leone, Gabriel Omar Batistuta.

Il confronto sembra impari, lo United parte bene e spaventa subito i viola con Scholes, che però si scuotono velocemente e passano con l’implacabile Batistuta, abile a sfruttare un retropassaggio assolutamente folle di Roy Keane e a bucare il portiere Bosnich.

Il Franchi si incendia, ora è lo United ad avere paura, e lo mostra a inizio ripresa quando Berg, su pressing dello scatenato Batistuta, si fa rubar palla sul proprio out difensivo; l’argentino prende il fondo e mette un cross basso arretrato per Abel Balbo, che con una conclusione sul primo palo buca ancora Bosnich e fa impazzire il popolo viola.

Ferguson prova a suonare la carica con un triplo cambio, inserendo Phil Neville e gli eroi di Barcellona Sheringham e Solskjaer, ma riesce a rendersi pericoloso solo sugli sviluppi dei piazzati battuti da Beckham. La serata finisce con un trionfo dei ragazzi del Trap, vincitori del confronto contro i campioni d’Europa in carica. La Fiorentina non riuscirà comunque a passare il girone, sopravanzata in classifica dallo stesso United e dal Valencia. Ma questa, come si suol dire, è un’altra storia.

Alex Campanelli
twitter: @Campanelli11

Related Posts

Fiorentina-Juventus: le formazioni ufficiali

2019-09-14 12:03:29
delinquentidelpallone

18

Le prime parole di Ribery da giocatore della Fiorentina

2019-08-22 17:19:06
delinquentidelpallone

18

Quando Cristian Pasquato segnò 6 gol con la maglia della Juve

2019-08-14 09:43:05
delinquentidelpallone

18

Cosa succede tra Federico Chiesa e la Fiorentina

2019-07-25 08:59:32
delinquentidelpallone

18

Quanto ha incassato l’Atalanta da quando è arrivato Gasperini?

2019-07-17 13:51:22
delinquentidelpallone

18

Il pasticcio tra Federico Chiesa e la Fiorentina

2019-07-12 14:22:04
delinquentidelpallone

18

Quando Pau Lopez fece arrabbiare Leo Messi

2019-07-07 00:13:23
delinquentidelpallone

18

Quando Marco Ballotta entrò nella storia della Champions League

2019-07-04 09:42:38
delinquentidelpallone

18

Quando lo Stoccarda vinse la Bundesliga

2019-06-14 08:13:53
delinquentidelpallone

18