Quando James Milner segna, la sua squadra non perde MAI Quando James Milner segna, la sua squadra non perde MAI
Ormai dovreste averlo imparato. Nella vita e nel calcio, di certezze, ce ne sono ben poche. Una cosa, però, sembra sfuggire a questa regola... Quando James Milner segna, la sua squadra non perde MAI

Ormai dovreste averlo imparato.

Nella vita e nel calcio, di certezze, ce ne sono ben poche.

Una cosa, però, sembra sfuggire a questa regola non scritta, a questo insegnamento esistenziale: quando James Milner festeggia un gol in Premier League, c’è poco da fare, la sua squadra si porterà a casa i tre punti, o al massimo si dividerà la posta in palio.

Ma, signori, se James Milner segna, la sua squadra non perde: è una legge quasi matematica che va avanti dal 2002 e che anche ieri sera, in Crystal Palace-Liverpool, ha trovato la sua conferma.

La striscia è iniziata il 26 dicembre del 2002, quando il giovanissimo James Milner ha segnato il suo primo gol in Premier League con la maglia del Leeds. Mica un gol qualsiasi, quello. Era il gol con cui Milner, a sedici anni, diventava il più giovane marcatore della storia del campionato inglese.

Risultato? Nemmeno a dirlo, 2-1 per il Leeds ai danni del Sunderland.

Da quel giorno, la tradizione è andata avanti: sono 49 i gol di James Milner in Premier League, tra Leeds, Newcastle, Aston Villa, Manchester City e Liverpool, per un totale di 38 vittorie e 10 pareggi. E zero sconfitte, ovviamente.

Quando ieri sera Milner si è presentato sul dischetto per tentare la trasformazione, i tifosi del Crystal Palace hanno tremato. 

E quando il pallone si è infilato in rete, si sono rassegnati. Quella partita, al massimo, l’avrebbero potuta pareggiare. In realtà, alla fine l’hanno persa lo stesso, perché nel finale Sadio Manè ha firmato il gol del 2-0 in favore dei Reds.

Ma c’era veramente poco da fare.

Quando James Milner segna in Premier League, la sua squadra non perde mai. MAI.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro