Siamo abituati a vederlo quasi sempre impeccabile. Calmo, pacato, sereno, sempre in controllo e sempre con la situazione in mano. Carletto Ancelotti sembra essere...

Siamo abituati a vederlo quasi sempre impeccabile. Calmo, pacato, sereno, sempre in controllo e sempre con la situazione in mano. Carletto Ancelotti sembra essere davvero uno di quei pochi allenatori che non perdono mai la pazienza e mai si arrabbiano. Per questo, le poche volte in cui succede che si arrabbi, fa notizia.

E ieri sera, nel match del suo Bayern Monaco a Berlino, contro l’Hertha, Carletto Ancelotti si è decisamente incazzato. Il Bayern ha trovato il gol del pareggio solamente al 96′, grazie al solito Lewandowski, ma la partita è stata decisamente tesa e animata per tutti i 90 minuti, con i tifosi di casa che hanno preso di mira l’allenatore italiano, con insulti e, a fine match, anche con qualche sputo, a quanto pare.

A fine gara, poi, la situazione è degenerata. Il pareggio del Bayern all’ultimo respiro ha fatto diventare gli animi ancora più caldi, e il portiere della squadra di casa Jarstein ha tirato una pallonata addosso a Xabi Alonso: il rientro negli spogliatoi è stato parecchio intenso, con parole grosse e qualche spintone.

Dalla tribuna, qualcuno ha anche sputato addosso a Carlo Ancelotti, che ha risposto facendo il dito medio ai tifosi di casa.

E, nelle interviste post-gara, Ancelotti lo ha anche ammesso: “Sì, ho fatto quel gesto perché mi hanno sputato. Ecco perché“. Occhio a non far arrabbiare un buono, eh.