Stasera si giocava una partita fondamentale per la Ligue 1, dopo che ieri il Monaco ha regolato il Tolosa per 3-1 portandosi in testa...

Stasera si giocava una partita fondamentale per la Ligue 1, dopo che ieri il Monaco ha regolato il Tolosa per 3-1 portandosi in testa da solo alla classifica.

Oggi era la volta del Psg impegnato nella difficilissima trasferta di Nizza che, in effetti, si è rivelata tale.

I ragazzi di Emery infatti sono incappati in una pesantissima sconfitta per 3-1 che a questo punto rischia seriamente di compromettere la vittoria del campionato.

Il Monaco ha 3 punti di vantaggio e una partita in meno mentre il Nizza si è portato a soli tre punti di distanza dalla squadra parigina.

Ad aprire le marcature ci ha pensato SuperMario Balotelli, con la sua quattordicesima rete stagionale. Un bel gol che merita assolutamente di essere visto.

Lo stesso Mario durante la partita si è reso protagonista di un altro siparietto che probabilmente ha contribuito a far salire la tensione tra i giocatori del Psg.

via GIPHY

Matuidi non ha preso benissimo i giochetti di Balotelli e ha ben pensato di stenderlo. Severo ma giusto, come si dice in questi casi.

La partita è poi proseguita con il raddoppio del Nizza, il gol di Marquinhos che ha accorciato le distanze per il Psg e il definitivo 3-1 dei padroni di casa proprio allo scadere.

Sul finale di partita però i giocatori del Psg hanno perso la testa e si sono resi protagonisti di brutti interventi che sono valsi loro due cartellini rossi diretti.

Il primo lo ha fatto Thiago Motta, non nuovo ad un certo genere di interventi: a palla lontana infatti colpisce un calciatore avversario con una testata mandandolo al tappeto. Rosso diretto.

Il secondo ad andare sotto la doccia anzitempo è stato Angel Di Maria, autore di un’entrata assassina.

Già durante la partita c’era stato molto nervosismo con Cavani protagonista. L’attaccante uruguaiano prima reclama un rigore, non accordato dall’arbitro, poi mentre si rialza sembra assestare una ginocchiata all’avversario.

Cavani che è stato anche ammonito per aver spinto Favre, l’allenatore del Nizza.

Come avete potuto vedere tantissimi episodi e polemiche in questa partita decisiva, probabilmente, per l’assegnazione del campionato francese.