TDW: Premier League week 4 TDW: Premier League week 4
Dopo la pausa forzata per le Nazionali, si torna in campo per il 4/o turno di Premier League. Il campionato riprende da dove si... TDW: Premier League week 4

Dopo la pausa forzata per le Nazionali, si torna in campo per il 4/o turno di Premier League. Il campionato riprende da dove si era interrotto, con un lunch match di spessore ad aprire le danze, e, speriamo noi, anche qualche arcata sopracciliare. Tra un maccherone e l’altro, proveremo ad intossicarci anche questo sabato seguendo le gesta dei delinquenti in terra d’Albione.

Sarà Arsenal-Manchester City a dare il via al weekend calcistico con il kick off fissato per le 13.45. All’Emirates arriva un City ansioso di vendicare la poderosa sfangata subita dallo Stoke in casa un paio di mesi fa (sono passati un paio di mesi dall’ultimo turno di Premier, vero? Diamine quanto va piano il tempo quando non rotola il pallone) e desideroso di vendicare anche la sconfitta subita a Wembley nel Community Shield. Insomma, non dobbiamo insegnarvelo noi: dove c’è vendetta c’è delinquenza. Demichelis e Kompany ci sembrano i due loschi figuri designati all’uopo.

Il sabato del delinquente prosegue con la sfida delle 16 tra Chelsea e Swansea che mette di fronte le uniche due squadre finora a punteggio pieno: in palio c’è il primo posto in classifica, anche se è presto per fare i conti. Non dubitiamo che sarà partita tesa, non dubitiamo che Jonjo Shelvey possa cercare di far questioni con qualsiasi essere senziente transiti dalle sue parti. Diego Costa, invece, piuttosto che segnare, dovrebbe iniziare a pensare a delinquere, che ci stiamo un pochino spazientendo.

Sempre alle 16, il nostro solito occhio di riguardo è rivolto al Britannia Stadium, dove lo Stoke ospita la neopromossa Leicester. Un dubbio ci assale, viste le prime partite del Leicester di quest’anno: lo porteranno il pallone allo stadio o magari non sarà nemmeno necessario? Qualsiasi cosa di diversa dallo 0-0 ci sorprenderebbe quasi quanto una visita a sorpresa di Jessica Alba all’uscio di casa nostra.

Crystal Palace e Burnley inseguono il primo successo stagionale, e sospettiamo che possa essere un inseguimento che durerà almeno fino a Natale, mentre il Newcastle scende nel sud del Paese per affrontare un Southampton apparso in un buon momento di forma in queste prime uscite di campionato.

Il Tottenham, che in settimana ha annunciato di essere in cerca di casa per la prossima stagione (amici, abbiamo un giardino libero dietro casa, quando volete…) cerca il riscatto dopo il ko casalingo contro il Liverpool. La difficile trasferta allo Stadium of Light contro il Sunderland non aiuta gli uomini di Pochettino, che ringrazia Iddio di non avere Zamparini o Cellino come presidente altrimenti sarebbe già saltato gambe all’aria. Lee Cattermole aspetta tutti a braccia aperte e piedi a martello, e vi garantiamo che non è un bell’aspettare.

Chiude il blocco di partite delle 16 l’incontro tra West Bromwich Albion ed Everton, con i Toffees in cerca dei primi tre punti per smuovere una classifica finora non entusiasmante. Finora non entusiasmante è un ardito eufemismo per dire che in Italia hanno ucciso per molto meno. Il talentino Berahino farebbe meglio a passare quante meno volte possibile dalle parti di Jagielka, che ha fame e sete di articolazioni.

Alle 18.30 sfida per palati fini tra Liverpool e Aston Villa: Mario Balotelli tra le grinfie di Senderos e Vlaar è uno spettacolo che non si può perdere. Delle due l’una: o uno di quei due lo fa cappone, oppure Mario perde le staffe. Noi, in ogni caso, aspettiamo il match con il fucile puntato, proprio come Marione nostro. Che, immaginiamo, voglia far vedere al mondo che, nonostante Zaza e Immobile gli abbiano irrimediabilmente fregato la maglia della Nazionale, lui è ancora capace di grandi colpi. Di testa, speriamo noi.

Manchester United-QPR è l’unico confronto della domenica, confronto che mette di fronte Rio Ferdinand con il suo passato, passato molto delinquenziale, in verità. Van Gaal dovrebbe schierare Di Maria terzino e Falcao in porta, confermando la sua antica e mai sopita passione per il Tavernello in brick. QPR però vuol dire una sola cosa: Joey Barton. Dopo il weekend per le nazionali passato da Joey nostro a tritare ingiurie a mezza nazionale inglese, tocca rimettere gli scarpini e illuminare l’universo. Noi, ovviamente ci saremo, sempre sperando che parta di melone.

I titoli di coda della 4/a giornata arrivano nel Monday Night tra Hull City e West Ham, entrambe reduci da una sconfitta patita nel turno precedente. Partita che non ci perderemmo per niente al mondo, e siamo sicuri nemmeno voi, no? Dai, cosa avete da fare di lunedì sera per perdervi le gesta di Elmohamady? Vi abbiamo convinto?


PROGRAMMA COMPLETO 4° GIORNATA:

Sabato 13 settembre:

13.45 Arsenal v Manchester City
16.00 Chelsea v Swansea
16.00 Crystal Palace v Burnley
16.00 Southampton v Newcastle
16.00 Stoke City v Leicester
16.00 Sunderland v Tottenham
16.00 West Bromwich Albion v Everton
18.30 Liverpool v Aston Villa

Domenica 14 settembre:

17.00 Manchester United v QPR

Lunedì 15 settembre:

21.00 Hull City v West Ham

Related Posts

Il capocannoniere della Premier League 2019/20 sarà Teemu Pukki

2019-08-17 15:59:49
delinquentidelpallone

18

Tutte le partite degli spareggi di Europa League

2019-08-16 07:35:41
delinquentidelpallone

18

Come è andato l’esordio di Patrick Cutrone in Premier League

2019-08-11 15:41:17
delinquentidelpallone

18

Le 5 maglie più belle della Premier League 2019/20

2019-08-08 10:43:33
delinquentidelpallone

18

Gli 11 giovani da tenere d’occhio nella Premier League 2019/20

2019-07-23 13:03:34
delinquentidelpallone

18

La squadra fondata da Goran Pandev giocherà l’Europa League

2019-07-07 21:51:47
delinquentidelpallone

18

Cosa è successo nel turno preliminare di Europa League

2019-07-05 17:23:58
delinquentidelpallone

18