Pietro Pellegri non trova proprio pace Pietro Pellegri non trova proprio pace
Da quando, il 28 maggio 2017, Pietro Pellegri ha segnato il suo primo gol in Serie A, in tanti avevano riposto in lui le... Pietro Pellegri non trova proprio pace

Da quando, il 28 maggio 2017, Pietro Pellegri ha segnato il suo primo gol in Serie A, in tanti avevano riposto in lui le speranze del futuro del calcio italiano.

E in effetti tutto lasciava pensare di trovarsi di fronte a un ragazzo pronto a esplodere, pronto a lanciarsi nel grande calcio nonostante la giovane età: Pellegri ha giocato 10 partite con la maglia del Genoa segnando 3 reti, quando un po’ a sorpresa è arrivata l’offerta del Monaco.

Nel gennaio del 2018 la squadra del Principato si è portata a casa il giovanissimo attaccante italiano investendo una cifra significativa, pari a circa 31 milioni di euro, ma da quel momento le cose si sono messe piuttosto male per Pellegri, che è stato tormentato da una serie quasi infinita di problemi fisici.

In particolare, Pellegri ha sofferto di pubalgia e di problemi agli adduttori, tanto che si era resa necessaria addirittura un’operazione, che avrebbe dovuto risolvere i problemi.

E, invece, in questi giorni l’attaccante del Monaco si è fermato ancora una volta, per problemi ai soliti adduttori; non un vero e proprio infortunio, ma di un fastidio accusato durante uno scatto in allenamento, ma che, vista la sua storia clinica, ha consigliato la massima prudenza.

La settimana scorsa Pellegri era tornato in panchina con il Monaco e sembrava pronto a scendere in campo, ma a quanto pare il destino ha deciso di mettersi di traverso. Quello di questi giorni è infatti il sesto infortunio nei 20 mesi trascorsi al Monaco, un vero e proprio calvario, se consideriamo che fin qui l’italiano ha giocato solamente 6 partite per un totale di 101 minuti in campo con la maglia biancorossa.