Perché Pochettino ha fatto entrare Kane sul 6-0 contro il Tranmere? Perché Pochettino ha fatto entrare Kane sul 6-0 contro il Tranmere?
Venerdì scorso, il Tottenham ha giocato il suo incontro del terzo turno di FA Cup, un impegno che per la squadra di Mauricio Pochettino... Perché Pochettino ha fatto entrare Kane sul 6-0 contro il Tranmere?

Venerdì scorso, il Tottenham ha giocato il suo incontro del terzo turno di FA Cup, un impegno che per la squadra di Mauricio Pochettino si è rivelato poco più di un allenamento.

Gli Spurs, infatti, hanno vinto agevolmente per 7-0 in casa del Tranmere Rovers, squadra di League Two (la quarta serie del calcio inglese, l’equivalente della nostra Serie D, in pratica).

Per i padroni di casa, però, l’incontro è stato comunque una festa: non capita tutti i giorni di poter ospitare in casa propria una squadra del calibro del Tottenham, e vedere da vicino così tanti campioni.

Chi ha visto la gara avrà notato sicuramente qualcosa di strano: al 75′, con il Tottenham avanti 6-0, Pochettino ha fatto alzare dalla panchina Harry Kane, e lo ha mandato in campo al posto di Fernando Llorente, che aveva messo a punto una tripletta.

Qualcosa di veramente molto strano, almeno per noi italiani che, nei primi turni di Coppa Italia, siamo abituati alla scelta degli allenatori di far riposare gli uomini migliori. Per quale motivo, poi, mettere in campo Kane in una partita già decisa e che sta per finire? Per giunta, poi, l’attaccante del Tottenham ha anche segnato il gol del 7-0 qualche minuto più tardi.

La cosa poteva suonare come un’umiliazione gratuita. E invece Mauricio Pochettino ha spiegato di aver fatto quel cambio proprio per una questione di rispetto nei confronti dei tifosi avversari: “E’ una questione di rispetto. Rispetto per la gente e per gli avversari. Da queste parti non capita spesso di poter vedere Harry Kane scendere in campo in una competizione come la FA Cup. Per diverse ragioni ha scelto di mandarlo in campo e una di queste è per mostrare rispetto alla gente del posto che ha potuto ammirare Kane, un’icona del calcio inglese. E’ stato importante vederlo in azione“.

Un ribaltamento di prospettiva veramente molto interessante, e che mette in luce la magia di una competizione come la FA Cup, probabilmente unica al mondo.