Perché il rapporto tra Higuain e il Milan si è complicato Perché il rapporto tra Higuain e il Milan si è complicato
“Deve assumersi le proprie responsabilità. Ha vissuto un momento così, deve smettere quel momento e pedalare. Eserciteremo il riscatto solo se sarà centrata la... Perché il rapporto tra Higuain e il Milan si è complicato

Deve assumersi le proprie responsabilità. Ha vissuto un momento così, deve smettere quel momento e pedalare. Eserciteremo il riscatto solo se sarà centrata la qualificazione in Champions. Non abbiamo mai parlato con il Chelsea e né da lui né dal suo entourage ci è stata comunicata la volontà di lasciare il Milan. Qui comunque rimane solo chi ha voglia di rimanere nel progetto“.

Il destinatario delle parole di Leonardo è chiaro a tutti: Gonzalo Higuain, il Pipita, chiamato a innalzare il suo rendimento e a fare quello per cui in estate è stato chiamato a Milano, vale a dire trascinare di nuovo i rossoneri in Champions League, possibilmente a suon di gol.

Ma in queste settimane, forse in questi mesi, il rapporto tra il Milan e il suo centravanti sembra essersi lentamente deteriorato.

Come si è arrivati a questo punto? Perché il Milan e Higuain sembrano quasi due nemici che si guardano in cagnesco, più che due navigatori che dovrebbero remare dalla stessa parte?

I motivi sono molteplici: di sicuro, le indiscrezioni sul trasferimento al Chelsea non hanno fatto piacere a Leonardo. Non che Higuain abbia mai manifestato palesemente la sua volontà di andare via, ma ambienti vicino al giocatore hanno lasciato trapelare la voce che al centravanti argentino cambiare aria non sarebbe dispiaciuto.

D’altronde, l’insofferenza di Higuain in questi mesi al Milan è stata palese: in campo, molte volte, lo abbiamo visto sbracciarsi, disperarsi, rimproverare i compagni e il suo linguaggio del corpo – soprattutto nelle settimane di astinenza dal gol – era quello di un calciatore quasi arreso alla sua impossibilità di cambiare il corso degli eventi.

Il Milan, dal canto suo, pensava di aver acquistato un leader tecnico ed emotivo, in campo e fuori, cosa che Higuain in questi mesi sicuramente non è stato (anzi, contro la Juventus, con il rigore sbagliato e l’espulsione, ha messo anche in difficoltà i compagni). Se Higuain non rende da Higuain, e se non trascina i compagni a fare meglio, l’investimento non rende.

Ribaltando il discorso, si può anche dire che Higuain si aspettava qualcosa in più dal Milan, se non sul mercato (dove i rossoneri sono bloccati dalle vicende finanziarie) almeno in campo. Ma i tanti infortuni e le difficoltà non hanno aiutato Gattuso a trovare un equilibrio costante, e quindi Higuain non è stato messo in condizioni di rendere al meglio. L’argentino, in sostanza, quando in campo sbuffa, si lamenta anche di questo, di una squadra che non riesce a stargli dietro.

In sostanza, il rapporto tra Higuain e il Milan si è complicato perché nessuno dei due si è al momento rivelato all’altezza delle reciproche aspettative. Ma, come in ogni rapporto, ognuno ha la sua parte di colpa.

Insomma, Higuain e il Milan sono come due amanti feriti: insieme potrebbero fare molto di più, ma al momento sembrano quasi più interessati a farsi la guerra con piccole scaramucce. Ma da qui non si scappa: un trasferimento a gennaio, anche in virtù del coinvolgimento della Juventus, è davvero molto difficile.

Per questo motivo, conviene a tutti che il Pipita torni a essere l’attaccante letale che abbiamo conosciuto: conviene al Milan, che senza i suoi gol non può andare in Champions League. Conviene a Higuain, che non può permettersi di svalutarsi ulteriormente e rischiare di finire accantonato altrove. Conviene alla Juventus, che rischia di veder trasformato l’argentino in un cattivo affare.

Forse, è il caso di mettersi a remare tutti dalla stessa parte, a cominciare da subito.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

 

Related Posts

Gonzalo Higuain avrà una maledizione da sfatare al Chelsea

2019-01-18 14:29:40
delinquentidelpallone

18

Le formazioni ufficiali di Juventus-Milan

2019-01-16 16:43:24
pagolo

18

Come è andato l’esordio di Paquetà con il Milan?

2019-01-12 18:57:14
delinquentidelpallone

18

Il record negativo di Gonzalo Higuain

2018-12-23 19:36:19
delinquentidelpallone

18

La grande occasione del Milan

2018-12-18 09:06:50
delinquentidelpallone

18

Gattuso ha avuto parecchio da ridire su Milan-Parma

2018-12-01 14:20:42
delinquentidelpallone

18

Gattuso sta pensando a una formazione inedita per Lazio-Milan

2018-11-22 14:03:34
delinquentidelpallone

18

Il girone A di Nations League è veramente complicato

2018-11-18 12:15:44
delinquentidelpallone

18