Perché Grealish e Sterling non hanno tirato il rigore in finale Perché Grealish e Sterling non hanno tirato il rigore in finale
Quando si arriva a una serie finale di rigori, e quando da quella serie dipende una cosa importante come un trofeo da sollevare, ogni... Perché Grealish e Sterling non hanno tirato il rigore in finale

Quando si arriva a una serie finale di rigori, e quando da quella serie dipende una cosa importante come un trofeo da sollevare, ogni piccolo particolare diventa importante, ogni decisione può trasformarsi in un macigno.

Ne sanno qualcosa Marcus Rashford, Jadon Sancho e Bukayo Saka, che hanno sbagliato il loro rigore nella serie di ieri contro l’Italia, regalando il trofeo agli Azzurri, più freddi e precisi dagli 11 metri nonostante abbiano comunque fatto registrare due errori.

In Inghilterra, dopo la partita, è immediatamente partita l’analisi della sconfitta, con la ricerca dei vari colpevoli, e soprattutto giornalisti e tifosi hanno cercato di ricostruire le scelte che hanno portato alla lista definitiva dei rigoristi della nazionale dei Tre Leoni.

La scelta più criticata è stata quella di non far tirare un rigore a Grealish e Sterling; entrambi avevano le caratteristiche tecniche e la personalità per farlo, e invece non si sono visti sul dischetto, mentre è sembrata curiosa la scelta di affidare il quinto a Saka, che ha solo 19 anni e non aveva mai tirato un rigore in una partita ufficiale.

Perché la stampa inglese ha dato 10 in pagella a Bukayo Saka

A fine partita Gareth Southgate ha spiegato le sue scelte, assumendosi le responsabilità di quanto successo: “Ho deciso io. Ho scelto i rigoristi in base a quello che ho visto in allenamento. È stata una mia scelta e la responsabilità ricade totalmente sulle mie spalle. I ragazzi non avrebbero potuto allenarsi di più o meglio di quanto hanno fatto“.

Dunque, a quanto pare, non si è trattato di un passo indietro dei due giocatori, ma di una scelta precisa fatta dal CT inglese, che aveva inserito anche Sancho e Rashford proprio per tirare quei rigori che entrambi hanno sbagliato.