Questa sera l’Italia Under 21 di Gigi Di Biagio è attesa dall’ultimo impegno del suo girone, la decisiva sfida contro il Belgio già eliminato....

Questa sera l’Italia Under 21 di Gigi Di Biagio è attesa dall’ultimo impegno del suo girone, la decisiva sfida contro il Belgio già eliminato.

Gli Azzurrini, per cercare di strappare un pass per le semifinali, dovranno vincere e poi sperare in un risultato positivo dalla partita tra Polonia e Spagna: l’unico modo per passare il girone da primi è sperare in una vittoria della Spagna con massimo due gol di scarto, oltre naturalmente al successo italiano.

Questo, perché in caso di arrivo a pari punti a tre tra Italia, Polonia e Spagna, gli Azzurrini sarebbero quelli con la miglior differenza reti (sempre se la Spagna non vincerà con più di due gol). Se la Polonia dovesse fare punti, invece, vincerebbe sicuramente il girone.

L’altra opzione sarebbe quella di passare come migliore seconda, ma in questo senso le partite di ieri non hanno dato una mano all’Italia.

Nel girone C, infatti, Francia e Romania hanno vinto contro Croazia e Inghilterra, e sono appaiate a quota 6 punti. Con un pareggio nello scontro diretto all’ultima giornata, entrambe passerebbero agevolmente alle semifinali (e in caso di pareggio il girone lo vincerebbe la Romania) visto che a quota 7 punti una delle due sarebbe sicuramente una migliore seconda. A nessuna delle due, in effetti, dovrebbe interessare più di tanto il primo posto, visto che si arriva direttamente in semifinale e non c’è possibilità di fare grandi calcoli.

Se invece dovesse vincere una delle due squadre, per vedere la migliore seconda si giudicherà la differenza reti: al momento la Romania è a +5, la Francia a +2 e la Danimarca, l’altra squadra che potrebbe arrivare seconda nel girone B, a 0. E i danesi all’ultima giornata incontreranno una Serbia già eliminata che ha preso fin qui due batoste, e quindi potrebbero trovare terreno fertile per una goleada. L’Italia, al momento, è a +1 di differenza reti.

Insomma, l’Italia dovrà provare innanzitutto a vincere e sperare nella Spagna (ma non troppo), e in ogni caso sarà meglio provare a segnare più gol, per sistemare la differenza reti generale e cercare di qualificarsi come migliore seconda. Ma l’impresa sarà molto complicata…