Pepe ha festeggiato l’esordio con il Porto a modo suo Pepe ha festeggiato l’esordio con il Porto a modo suo
Il mercato di gennaio ha fatto un regalo piuttosto gradito al Porto: i prossimi avversari della Roma in Champions League, infatti, hanno potuto riabbracciare... Pepe ha festeggiato l’esordio con il Porto a modo suo

Il mercato di gennaio ha fatto un regalo piuttosto gradito al Porto: i prossimi avversari della Roma in Champions League, infatti, hanno potuto riabbracciare il loro vecchio idolo Pepe, che si è liberato dal Besiktas, dove la situazione economica non era delle migliori.

Il difensore portoghese è stato felice di tornare a casa, proprio lì dove era cominciata la sua carriera ad alti livelli, ed è stato accolto quasi come un eroe dai suoi vecchi tifosi.

Pepe non ci ha messo moltissimo a farsi notare, ovviamente per quello che gli riesce meglio.

Saltato il big match contro lo Sporting Lisbona, Pepe ha potuto fare il suo esordio in Taça de Portugal, la seconda coppa nazionale del Portogallo, nella partita giocata ieri contro il Leixões, partita valevole per i quarti di finale del torneo.

Pepe si è reso protagonista di un intervento da bandito vero, che gli è costato il cartellino giallo al minuto 88 della partita, ma che a ben rivedere al replay poteva essere meritevole anche di un cartellino rosso. 

Nel corso della sua carriera – cominciata nel lontano 2003 – Pepe ha collezionato 124 cartellini gialli e 10 espulsioni: un bilancio che tutto sommato poteva anche essere più sostanzioso, ma come abbiamo imparato a capire, il ragazzo sa il fatto suo e proprio per questo tante volte riesce a passarla liscia…