L’edizione online della rivista francese France Football ha raccolto, pochi giorni fa, quelle che, secondo loro, sono le 10 peggiori simulazioni della storia del...

L’edizione online della rivista francese France Football ha raccolto, pochi giorni fa, quelle che, secondo loro, sono le 10 peggiori simulazioni della storia del calcio.

C’è un po’ di tutto, e c’è parecchio da ridere. E, soprattutto, c’è un italiano al comando. Ma andiamo con ordine e scopriamo quali sono, secondo i francesi, queste 10 invereconde simulazioni.

10. Jordan Ferri

Il giovane centrocampista del Lione ci delizia con una perla d’altri tempi. Oplà.

9. Andrea Johanssen

Questa meritava probabilmente di stare molto più in alto, per premiare il colpo di genio del calciatore svedese che, mentre l’avversario alza il braccio per chiamare la palla, si piazza all’altezza del suo gomito e poi finge di svenire. L’arbitro ci casca in pieno dando credito a questo capolavoro di genialità.

8. Kader Keita

Kader Keita riesce nella quasi impossibile impresa di far prendere un cartellino rosso al pretino Kakà, che si conferma un’entità superiore ed evita di impazzire, come avrebbe fatto probabilmente il 95% di noi di fronte ad una decisione arbitrale del genere.

7. Nêné

Anderson Luiz de Carvalho, meglio conosciuto come Nêné (no, non è quello che abbiamo ammirato in Italia) all’epoca della sua permanenza in maglia monegasca, regala questo tuffo molto poco sincronizzato in area di rigore. Per i francesi vale il settimo posto della classifica, noi, onestamente, abbiamo visto di meglio/peggio.

6. Sergio Busquets

Il capolavoro di Busquets contro l’Inter nella semifinale di Champions del 2010 non poteva passare inosservato. Il tocco di classe è l’occhiata furba e furtiva da terra per controllare il colore del cartellino. Actor studio al suo massimo livello.

5.Adryan

A nostro modestissimo parere, una delle più belle di ogni epoca, non merita ulteriori commenti. Certe volte vorremmo essere nella testa di alcuni giocatori per capire cosa passa dentro quella capoccia per inventarsi questi colpi di genio.

4. Rivaldo

Brasile-Turchia, mondiali del 2002. Rivaldo è sulla bandierina ma si continua a perdere tempo. Così un vigoroso giocatore ottomano decide di lanciargli il pallone per fare più in fretta possibile. Appena toccato dalla palla sulle gambe, Rivaldo si accascia al suolo come mortalmente colpito da una cannonata.

3. Bryan Carrasco

Ecuador-Cile under 20. Bryan Carrasco diventa eroe delle folle prendendo il braccio dell’ignaro avversario e tirandoselo a tutta forza in faccia. Clamoroso.

2. Luis Suarez

Ai tempi del Liverpool, il Cannibale si rende protagonista di questa strepitosa simulazione. Si finge morto, poi, una volta che i suoi recuperano palla, si rialza come nemmeno il miglior Lazzaro e si invola verso la porta. CAMPIONE.


La simulation de Luis Suarez pour Pâques di Spi0n

1. Alberto Gilardino

Al primo posto della classifica, quei fanghi dei francesi dovevano per forza mettere un italiano per far passare il messaggio che siamo delle brutte persone, ne siamo sicuri. Ma noi il primo posto di Alberto Gilardino con questa meravigliosa simulazione ce lo prendiamo con orgoglio.