Palermo-Inter: cronaca delinquenziale Palermo-Inter: cronaca delinquenziale
News dell’ultim’ora: non è arrivato il via libera dal prefetto. Non si può giocare con in campo contemporaneamente Vidic, Medel, Guarin, Osvaldo e M’Vila... Palermo-Inter: cronaca delinquenziale

News dell’ultim’ora: non è arrivato il via libera dal prefetto. Non si può giocare con in campo contemporaneamente Vidic, Medel, Guarin, Osvaldo e M’Vila .Quest’ultimo si deve accomodare nostro malgrado in panchina. In casa rosanero tutto confermato, madonne di Iachini comprese.

Pronti via Iachini prova la delinquentata dal calcio di inizio ammassando 4 giocatori in mezzo metro sul centro destra. Questa ce la spiegherà, un giorno.

2: Vidic è ancora a Kiev, traccheggia con la palla tra i piedi e se la fa portar via dal Mudo Vazquez che fulmina Handanovic. Il piano partita di Iachini può iniziare a prendere forma.

8: cross di Nagatomo con Sorrentino che si perde a guardare il cielo stellato sopra Palermo. Fortuna sua arriva Lazaar e ci mette una pezza.

15: All’ennesima vacata difensiva interista mazzarri sbotta : “Non possono mettersi le maglie neroverdi questi qua”? Frustalupi china il capo ed annuisce

20: Nagatomo crossa, l’interista più vicino all’area è a Piazza Indipendenza.

25: Terzi si arrangia come può su Icardi. Per uno che ha fatto dell’arrabattarsi un’arte, è un complimento.

29: Vidic si butta a pesce per fermare Dybala, lo abbatte e ne travolge un altro con la testa per essere sicuro.

31: botta dal limite di Guarin. E’ già pronto il pallone di riserva e dato per perso quello calciato quand’ecco la sorpresa: palla che lambisce il palo.

35: Corner Palermo e caos nell’area di rigore interista. Non c’era bisogno del replay per capire che Medel fosse in qualche modo coinvolto. Rigoni vola in terra per una sbracciata del pitbull che prende la prima ammonizione in suolo italico.

41: Pareggio dell’Inter con un rasoterra preciso dal limite dell’area di Kovacic . Si, lo stesso giocatore che lo scorso anno non tirava neanche sotto costrizione di Mazzarri con foto della famiglia del croato in mano.

45: Trattenuta galeotta di Rigoni che si guadagna il tanto agognato giallo. Ne nasce una punizione in cui l’inter passa in vantaggio con capocciata di Osvaldo e Vidic che a noi pareva quasi simultanea. Anzi no, ATTENZIONE, goal annullato per fuorigioco. L’arbitro Valeri per un attimo non pensa alle sorti dei propri cari e fa il suo dovere.

Al fischio finale, capannello intorno al direttore di gara per chiarire la questione. Manco dobbiamo dirvelo, ma ovviamente a dirigere le operazioni c’è Gary Medel.

Iachini si ripresenta in campo correndo come uno che sta perdendo il treno alla stazione, anche se Iachini, con un paio di improperi ben assestati, farebbe fermare pure un Frecciarossa con Napolitano a bordo.

46: Parte forte il Palermo. Thohir deve aver firmato qualche clausola che preveda la vaccata nei primi istanti del tempo, visto già quanto successo nel primo tempo, indipercui Juan Jesus e Handanovic rischiano di combinare immediatamente una frittata colossale buttandosela dentro da soli. Pericolo scampato, Paradiso che resta al suo posto.

48: Morganella, non essendo riuscito a farsi ammonire per l’oscenità dell’abbinamento tatuaggi-capelli, porta a casa il giallo con un fallo gratuito su Guarin.

50: Ancora un gol annullato per fuorigioco all’Inter, stavolta a Icardi. Le famiglie di arbitro e altro assistente a casa tremano.

55: Guarin prova, a sopresa oseremmo dire, la saracca dalla grandissima distanza. Colpito in pieno Rigoni che era a un metro da lui, in piena pancia. Peperonata digerita e tanti ringraziamenti al colombiano.

61: Il Palermo arranca e soffre, Iachini pensa  alla mossa per girare la partita: passare ai Santi del mese di Novembre.

65: Iachini toglie un centrocampista, Bolzoni, e mette un attaccante, Belotti. Mossa spavalda che Zamparini prende bene, a giudicare dal telefono che squilla contemporaneamente a casa Camolese, Sonetti e Papadopulo. Mazzarri invece pensa bene di levare dal campo Juan Jesus prima che commetta una sciocchezza. Cioè, prima che ne commetta un’altra.

73: Palermo vicinissimo al gol: Vazquez, dimenticato da tutti, noi compresi, spara a rete da posizione ravvicinata, Handanovic devia sulla traversa, la palla arriva poi a Dybala che conclude sporco a rete. Medel battezzando fuori il pallone, lo lascia tranquillamente uscire con la stessa nonchalance con la quale elargisce pedate. Il pallone esce si, ma di un pelo di pube. Ma Medel sicuramente aveva previsto tutto, noi ci fidiamo.

74: El Mudo si mangia un altro goal, Iachini gli promette di farlo diventare pure sordo a suon di cartoni.

75: Guarin prova il tiro dal limite dell’area: essendo abituato a calciare minimo da 40 metri dietro, il pallone vola ovviamente sulla Luna senza intercessione della NASA: adesso si che lo riconosciamo.

79: Vazquez va via a Ranocchia. Anzi, crede di esser andato via a Ranocchia, perchè il buon Andrea lo arpiona in scivolata e lo rade al suolo. Giallo di classe. Adani, colpito dalla sindrome di Onofri, ci fa sapere di essere un grandisimo fan del Mudo dai tempi del Belgrano.

83 Fuori Vazquez, dentro Quaison, svedese di origini ghanese. Tavecchio, che pensava di aver passato indenne la domenica, tira giù un porcone pensando che manco più in Scandinavia si può stare tranquilli.

86 Dybala, evidentemente sotto l’influsso malefico di Guarin, si libera al tiro, che finisce dalle parti di Mondello.

87 Annullato gol del Palermo per un presunto fallo di Belotti su Nagatomo. Iachini va su tutte le furie, Valeri lo manda via, Beppe inizia a correre all’impazzata a bordo campo urlando e sbraitando, non capiamo da che parte abbia lasciato il terreno di gioco. Stiamo temendo per la salute di quest’uomo.

89: Vidic capisce che è rimasto ancora solo qualche minutino per delinquere, e rifila una saracca sul collo a Belotti che, giustamente, si accascia al suolo quasi esanime.

93: Ennesimo tentativo dalla distanza, stavolta di Hernanes. Icardi scoppia in lacrime, chiedendo se per favore può toccare un pallone, almeno una volta.

94: Palla in mezzo, svetta Osvaldo, palla che sembra destinata in fondo al sacco, ma con un colpo di reni straordinario Sorrentino leva la palla dall’angolo. Dopo di che, copiosa dose di insulti ai compagni della difesa. Fischio finale, un punto per parte, un elettrocardiogramma per Iachini.

Da Torino, ci giungono notizie che i granata non siano ancora riusciti a segnare, neanche su rigore. Per la conferenza stampa di Ventura dovremo aspettare ancora un po’, il 2015 probabilmente.

Related Posts

Il pagellone delinquenziale della Serie A – 2016/17

2017-05-29 10:12:46
delinquentidelpallone

18

La partita più delinquenziale della storia del calcio?

2017-05-19 08:29:38
delinquentidelpallone

18

Guida delinquenziale alla Coppa d’Africa 2017

2017-01-11 11:03:12
delinquentidelpallone

18

Lazio-Roma: il riassunto delinquenziale

2016-12-04 15:54:49
delinquentidelpallone

18

Milan-Inter: il riassunto delinquenziale

2016-11-20 21:41:29
delinquentidelpallone

18

Il pagellone delinquenziale della Serie A (dopo 12 giornate)

2016-11-14 13:35:50
delinquentidelpallone

18

Nba 2016/17: la guida delinquenziale

2016-10-24 17:54:59
delinquentidelpallone

18