Embed from Getty Images Pep Guardiola Il regno di Sicilia di Pep Guardiola dura la miseria di 171 giorni, viene cacciato in malomodo il...

Pep Guardiola

Il regno di Sicilia di Pep Guardiola dura la miseria di 171 giorni, viene cacciato in malomodo il 18 dicembre 2016, senza nemmeno la possibilità di festeggiare il Santo Natale.

Al suo posto Zamparini decide di affidarsi al solito Corini. Ma com’è andata, più nel dettaglio, l’avventura di Pep in Sicilia? Andiamo a scoprirlo.

Delle 18 partite da allenatore riesce a perderne la bellezza di 14, pareggiarne 1 e vincerne solamente 3, per una percentuale di vittorie del 16%. Pensate che al Barcellona si era attestato al 72% di vittorie e al Bayern addirittura al 75%, una vera e propria tragedia.

La difesa, al contrario della gestione Mourinho, non è così drammatica con “soli” 25 gol subiti, ma l’attacco riesce a realizzare solo 11 reti, a dispetto della mentalità offensiva di cui il tecnico catalano è sempre stato fautore.

Quando viene licenziato Pep è al penultimo posto, con sempre alle spalle il solito Crotone, e il terzultimo posto già distante 8 punti. Corini finirà l’anno al 18 posto, recuperando una posizione, senza riuscire ad evitare l’onta della retrocessione.

L’unico trasferimento sotto la sua gestione è l’acquisto in prestito di Assane Gnoukouri, che non riesce comunque ad incidere in alcun modo.

Se già qualcuno ora, dopo le difficoltà riscontrate al City, sta mettendo in dubbio il suo reale valore chissà cosa succederebbe in un caso simile.

Clicca qui per scoprire cosa ha combinato Carlo Ancelotti

Previous page Next page