Palermo-Foggia e quel gelato da 10.000 euro Palermo-Foggia e quel gelato da 10.000 euro
Negli ultimi anni è esplosa la moda – una delle tante a tema gastronomica, in realtà – della produzione artigianale e di nicchia anche... Palermo-Foggia e quel gelato da 10.000 euro

Negli ultimi anni è esplosa la moda – una delle tante a tema gastronomica, in realtà – della produzione artigianale e di nicchia anche per il mondo dei gelati.

Ma che un gelato potesse arrivare a costare 10.000 euro, bé, forse quello non lo aveva immaginato davvero nessuno.

Però, è proprio quello che è successo ieri al Palermo, con Maurizio Zamparini, presidente rosanero, che sarà costretto a scucire 10.000 euro dalle casse della sua società per colpa proprio di un cono gelato.

Tranquilli, vi spieghiamo tutto.

Ieri il Palermo ha affrontato il Foggia nel posticipo di Serie B, e i rossoneri sono riusciti, un po’ a sorpresa, a portare via dal Renzo Barbera i tre punti.

E qualcuno, sugli spalti dello stadio palermitano, non l’ha presa benissimo, lanciando in campo, all’indirizzo dell’arbitro, proprio un cono gelato. Così si legge nel referto del giudice sportivo:

Ammenda di euro 10.000,00 alla Soc. Palermo per avere, al 23° del secondo tempo, lanciato un cono gelato che colpiva il direttore di gara, senza conseguenze lesive“.

Un cono che quindi costerà una salatissima multa a Maurizio Zamparini e al Palermo, nonostante la stagione invernale non consenta ancora di gustare al meglio tali prelibatezze.

Le nostre storie di calcio sono anche su Instagram: seguici su instagram.com/delinquenti_del_pallone